Realtà virtuale

Film in realtà virtuale su Oculus Rift e porno sul Gear VR

Oculus ha annunciato la creazione di Story Studio, un team interno che si dedicherà alla produzione di film per la realtà virtuale. Il primo lavoro di questo gruppo si chiama Lost, un corto che secondo la stampa specializzata serve a mostrare le potenzialità di questa tecnologia.

lost oculus rift film

I redattori di The Verge raccontano di avere indossato la versione Crescent Bay del celebre visore per la realtà virtuale Oculus Rift e descrivono l'esperienza con Lost come una sorta di film interattivo.

In questa versione evoluta dei corti in "stile Pixar" chi osserva le immagini non è più solamente uno spettatore passivo. Muovendo la testa si può esplorare l'ambiente circostante e i rumori invogliano a girarsi per scoprire chi li ha creati. O cosa, come nel caso del robot protagonista di Lost, anche se forse con questa tecnologia si può azzardare a dire che il protagonista sia lo spettatore stesso.

Una lucciola che risponde ai movimenti dello spettatore e una mano robotica che compare soltanto se si rivolge lo sguardo in una determinata direzione sono solo alcuni degli accorgimenti usati da Story Studio per guidare la narrazione e accompagnare lo spettatore.

L'unico dubbio riguarda la durata di questo genere di film, come scrive The Verge. "È chiaro che attualmente queste esperienze siano realizzate meglio in formato breve; siamo molto lontani dalle storie di realtà virtuale di mezz'ora o della durata di un film, ma la verità è che Lost è l'opera narrativa di realtà virtuale più completa che sia mai stata creata", si legge sul sito web.

Nei piani di Oculus Story Studio ci sono altre quattro esperienze simili, che saranno realizzate nel 2015. Nel frattempo il mondo del porno non rimane fermo a guardare, (perdonate il gioco di parole) e ha deciso di entrare in azione puntando sul Gear VR di Samsung.

film porno samsung gear vr

Ovviamente a farla da padrone in questo campo sono i cosiddetti film a luci rosse POV, acronimo che si traduce in "point of view" e che indica una precisa  categoria di pellicole hard, girate come se si stesse guardando la scena dagli occhi del protagonista.

Il team di Complex Media ha assistito a una "proiezione" speciale e ha filmato le reazioni degli spettatori, pubblicandole in un video su YouTube. Il risultato è esilarante e i contenuti sono prevedibilmente "NSFW" (not safe for work, o non sicuri per il posto di lavoro). Noi vi abbiamo avvisato!