Home Cinema

Google Maps per iOS viola la privacy in Europa?

Google Maps per iOS potrebbe violare la normativa europea sulla tutela della privacy. Durante il download dell'app un messaggio notifica infatti agli utenti che "il servizio di localizzazione di Google raccoglierà dati anonimi relativi all'ubicazione al fine di inviarli a Google o tenerli archiviati sul terminale". Peccato che ci sia una sola opzione selezionabile: accettare e terminare l'installazione.

La schermata incriminata

A quel punto la condivisione delle informazioni di geolocalizzazione è attivata per default, e l'utente deve adoperarsi di sua iniziativa per cercare all'interno dell'App l'opzione per disattivarla. Marit Hansen del centro per la protezione della privacy Schleswig-Holstein, ha confermato a Computerworld che l'impostazione scelta da Google risponde agli estremi di violazione della legge europea sulla raccolta di informazioni personali.

Hansen ha fatto notare innanzi tutto che Google ha già preso per conto degli utenti la decisione di concordare con la condivisione dei dati. Secondo la normativa europea invece l'utente dovrebbe essere messo di fronte a una scelta non ambigua.

Il problema principale secondo la specialista è che l'uso da parte di Google del termine "anonimo". Sebbene i dati non siano associati direttamente al nome dell'utenza sono comunque abbinati a un ID, che potrebbe consentire di risalire al nome del proprietario. Un motivo che ha portato di recente a multare la società olandese TomTom.

Google Maps per iOS

L'Europa non ha ancora notificato alcuna violazione all'azienda di Mountain View, ma nel caso non sarebbe la prima volta che il colosso inciampa sulla normativa per la tutela della privacy. A marzo Viviane Reding, Commissario Europeo alla Giustizia, aveva espresso "grande preoccupazione riguardo al fatto che le nuove regole (di Google, N.d.R.) non vanno d'accordo con la legge europea, e che norme sulla trasparenza non sono state applicate". Per non parlare dei problemi con Google Drive e di quelli con Buzz, solo per citare i casi più eclatanti.

Google Maps per iPhone, in vendita sull'App Store da mercoledì, ha già riscosso ampio successo fra gli utenti, tanto da essere già fra le app gratuite più popolari.