Spazio e Scienze

I televisori consumano più di quanto pensiamo?

L'accusa arriva dagli Stati Uniti, ma come nel caso del Dieselgate automobilistico potrebbe allargarsi a macchia d'olio. Il Natural Resources Defense Council (NRDC), un'organizzazione ambientalista, punta il dito contro Samsung, LG, e Vizio, colpevoli di vendere televisori che, all'atto pratico, consumerebbero più di quanto dichiarato.

samsung ultra hd tv 105 inch

L'NRDC se la prende contro il metodo usato dal regolatore USA per testare i consumi degli apparecchi televisivi, definendolo inefficace e antiquato. Il test si affida infatti a una clip vecchia di otto anni, che mette insieme 260 brevi scene con tagli frequenti. Ciò impedirebbe al televisore di mettere in campo tutte le sue funzioni, che invece adotta con contenuti reali più lunghi come le trasmissioni sportive, le serie TV, i film o i telegiornali.

Leggi anche: Le TV Samsung consumano più di quanto dicano i test di conformità: Bruxelles indaga

Il test governativo sarebbe del tutto inefficace per stabilire i consumi reali delle TV moderne, tanto che all'NRDC stimano che, su un periodo di 10 anni, gli utenti americani si ritroveranno a pagare una bolletta energetica più salata di 1,2 miliardi, senza contare "milioni di tonnellate di inquinamento" create dall'uso di questi prodotti.

"NRDC e il suo consulente Ecos Research hanno riscontrato che soli pochi click sul telecomando potrebbero portare molte TV del 2015 e 2016 di Samsung, LG e Vizio a usare fino al doppio dell'energia dichiarata. L'ulteriore consumo elettrico di queste TV da 32 pollici e superiori, in una vita di 10 anni, sarebbe sufficiente ad alimentare ogni casa a Los Angeles per un anno".

lg 105UB9 curved uhd tv 4

Secondo l'organizzazione i produttori sarebbero consci dei limiti del test e, seppur senza commettere illecito, riuscirebbero a ottenere determinati livelli di efficienza energetica sfruttandone le falle. In realtà però la situazione sarebbe molto diversa.

Quasi tutti i televisori Samsung e LG hanno infatti una funzione chiamata motion-detection dimming che abbassa o spegne brevemente la retroilluminazione quando il contenuto visualizzato è fatto di rapidi movimenti e frequenti cambi di scena, come nella clip di test e in alcuni spot pubblicitari e video musicali.

Secondo l'NRCD "Samsung, LG e Vizio hanno creato i loro televisori per disattivare le funzionalità di risparmio energetico ogni volta che gli utenti modificano l'impostazione d'immagine standard (cosa che accadrebbe in un terzo delle case statunitensi), facendolo con nessun o poco avvertimento. Questa cosa che può aumentare il consumo di energia dal 50 al 100 percento, o più".

I produttori concepiscono i loro televisori in questo modo per aumentare la luminosità dello schermo, nel tentativo di soddisfare il palato fine dei propri clienti, ma così facendo i consumi aumentano e il test stabilito dal Dipartimento di Energia non è più rappresentativo.

Dalle prove è poi emerso che le ultime versioni delle TV UHD usano dal 30 al 50% di energia in più nella riproduzione di contenuti HDR rispetto ai tradizionali contenuti UHD. "Le funzioni di risparmio energetico sono state disabilitate automaticamente, qualunque fosse il contenuto HDR riprodotto. Le TV HDR garantiscono colori più vivi, immagini più luminose e un contrasto maggiore che renderanno il formato sempre più popolare, ma il metodo di test non include i contenuti HDR quindi il maggior uso di energia non viene riflesso".

tvremote infographic

NRDC dice di aver condiviso i test con Samsung, LG, e Vizio e nessuna delle tre aziende ha contestato l'accuratezza dei risultati o rivendicato che fossero limitati a un sottoinsieme di modelli. Altre TV, realizzate da Sony e Philips, non avrebbero invece disattivato il risparmio energetico al cambio d'impostazione dell'immagine.

Il portavoce di LG John Taylor ha comunque affermato che l'azienda è fiduciosa sulle corrette modalità di test e reputa che i propri prodotti siano efficienti anche in condizioni reali. Samsung sottolinea invece che la maggior parte degli utenti non cambia l'impostazione d'immagine di fabbrica.

fig 15 web

C'è chi però l'ha presa con meno tranquillità. La Consumer Technology Association (CTA) ha emanato un comunicato stampa feroce in cui condanna la "guerra all'industria della TV" da parte dell'NRDC. Secondo la CTA i test sono il risultato di "una vendetta personale dei cosiddetti scienziati dell'NRDC".

L'organizzazione sembra però ammettere, tra le righe, che il cambio delle impostazioni d'immagine possa accrescere i consumi. "Le impostazioni TV usate nel test sull'efficienza energetica possono essere e sono usate nel mondo reale, a meno che i consumatori vogliano un'esperienza visiva differente".

Samsung UE40JU6400K 40 4K Ultra HD Smart TV Wi-Fi Samsung UE40JU6400K 40" 4K Ultra HD Smart TV Wi-Fi