Tom's Hardware Italia
Tecnologia

Il 75,2% degli italiani va su Internet, ma…

Il 14° Rapporto Censis conferma che il 75,2% degli italiani accede a Internet soprattutto tramite smartphone.

Il 75,2% degli italiani accede a Internet, ma soprattutto grazie agli smartphone. Il 14° Rapporto Censis sulla comunicazione delinea uno scenario incoraggiante, perché di fatto grazie alla telefonia e ai social network la penetrazione di Internet è cresciuta dell'1,5% rispetto al 2017 e del 29,9% rispetto al 2007.

Si parla di 22,8 miliardi di euro di spesa per smartphone, servizi di telefonia e traffico dati, una cifra in trend positivo malgrado la flessione dei consumi del 3,9% nel 2016. Oggi ben 6 miliardi vengono spesi solo per i terminali, mentre le tariffe pesano per 16,8 miliardi (-14,3%).

home internet

"Gli utenti di WhatsApp (il 65,7% degli italiani) coincidono praticamente con le persone che usano lo smartphone, mentre circa la metà degli italiani usa i due social network più popolari: Facebook (56,2%) e YouTube (49,6%)", si legge nella nota ufficiale. "Notevole il passo in avanti di Instagram, che in due anni ha raddoppiato la sua utenza (nel 2015 era al 9,8% e oggi è al 21%), mentre Twitter resta attestato al 13,6%".

Da rilevare l'incremento della mobile TV che ha raddoppiato in un anno i suoi utilizzatori, passati dall'11,2% al 22,1%. La TV digitale terrestre ha ceduto qualche telespettatore, confermando però un seguito elevatissimo (il 92,2% di utenza complessiva, con una riduzione del 3,3% rispetto al 2016). La TV satellitare raggiunge quasi la metà degli italiani (il 43,5% nel 2017).

"Cresce la TV via internet: web TV e smart TV raggiungono il 26,8% di utenza (+2,4% in un anno)", prosegue la nota. "Oggi l'11,1% degli italiani guarda programmi dalle piattaforme video e il 10,4% ascolta musica da quelle audio. Il dato è più elevato tra le persone più istruite, diplomate e laureate (rispettivamente, il 14,1% e il 13,3%)".

Secondo i ricercatori si sta concretizzando un processo di "giovanilizzazione" degli adulti. Nel 2017 viene praticamente colmato il gap nell'accesso a Internet, con una utenza dell'87,8% tra i 30-44enni contro il 90,5% dei 14-29enni. Lo stesso avviene per i social network (l'80,4% e l'86,9% di utenza rispettivamente), gli smartphone (l'84,7% e l'89,3%), la TV via Internet (il 39,5% e il 40,9%) e gli e-book (il 15,4% e il 15,2%)", sostiene il CENSIS.

Per quanto riguarda invece i giovani e gli anziani lo scenario è polarizzato. Tra i giovani (14-29 anni) la quota di utenti della rete arriva al 90,5%, mentre è ferma al 38,3% tra gli anziani (65-80 anni). L'89,3% dei primi usa telefoni smartphone, ma lo fa solo il 27,6% dei secondi.

"Il 79,9% degli under 30 è iscritto a Facebook, contro appena il 19,2% degli over 65. Il 75,9% dei giovani usa YouTube, come fa solo il 16,5% degli ultrasessantacinquenni. Quasi la metà dei giovani (il 47,7%) consulta i siti web di informazione, contro appena il 17,6% degli anziani. Il 40,9% dei primi guarda la web TV, contro appena il 7,4% dei secondi", prosegue la nota.


Tom's Consiglia

Oggi una smart TV si compra a prezzi davvero bassi.