Realtà virtuale

Il visore Oculus Rift costerà poco, parola di Zuckerberg

Il visore per la realtà virtuale Oculus Rift sarà venduto al prezzo più basso possibile. Mark Zuckeberg, boss di Facebook e proprietario di Oculus dopo l'acquisizione avvenuta a marzo, vuole ignorare i margini di profitto, almeno secondo quanto dichiarato da Brendan Iribe, amministratore delegato di Oculus VR, ai colleghi di Ars Technica.

L'obbiettivo dell'azienda è di far diventare l'Oculus Rift un dispositivo per la massa, ma i dirigenti sanno che non succederà dal giorno alla notte. Iribe prevede infatti che la prima versione dell'Oculus potrebbe superare il milione di unità vendute.

Cifre molto lontane dai numeri fatti registrare dal mondo delle console, come ammette lo stesso dirigente, anche se i fatti potrebbero smentire le previsioni. Un prezzo basso potrebbe infatti incentivare le vendite e sembra che Zuckerberg voglia intraprendere questa strada.

L'idea è di vendere l'Oculus Rift al prezzo di produzione, o comunque a una cifra molto vicina. Le finanze di Facebook giocheranno un ruolo importante anche quando si tratterà di realizzare il secondo modello del visore, migliorandolo sotto ogni aspetto.

Per ora tutti gli occhi sono puntati sulla prima versione, che dovrebbe arrivare sul mercato entro la fine del 2015. Imprevisti permettendo.