Telco

Iliad offre 40 GB, minuti e SMS illimitati a 6,99 euro

Iliad rilancia nel mercato mobile con un'offerta da 6,99 euro al mese che prevede 40 GB su rete 4G/4G+, minuti e SMS illimitati al mese. Dopo aver raggiunto un milione di clienti con la prima offerta da 5,99 euro al mese ecco l'inaspettata novità.

Iliad ha confermato che la precedente offerta sarà attivabile ancora da ulteriori 500mila clienti, dopodichè non è chiaro se sarà nuovamente disponibile.

iliad

La nuova con 10 GB in più per l'Italia e 1 GB in più all'estero – quindi con complessivi 3 GB – comprende minuti illimitati verso oltre 60 destinazioni all'estero (verso fisso, e anche mobile in USA e Canada), nessun vincolo e prezzo garantito per sempre. L'acquisto della SIM costa 9,99 euro. Inoltre sono previsti diversi servizi inclusi, fra cui segreteria telefonica, supporto hotspot, avviso di chiamata, etc.

"Gli utenti che hanno sottoscritto la prima offerta, potranno inoltre passare molto presto alla nuova, qualora volessero, a testimonianza della volontà di iliad di non discriminare tra vecchi e nuovi utenti", puntualizza Iliad.

iliad
I servizi Iliad inclusi

L'offerta è già disponibile e sottoscrivibile sul sito www.iliad.it e tramite le Simbox presso gli iliad Store e Corner diffusi in tutta Italia (qui è possibile visualizzare la mappa di localizzazione di Store e Corner).

"La qualità della nostra proposta soddisfa già moltissimi utenti che ci hanno scelto e che stanno sempre più spesso consigliando tramite passaparola iliad ad amici e parenti", ha commentato Benedetto Levi, Amministratore Delegato di iliad. "Ci muoviamo in continuità con quanto proposto finora, lanciando un'offerta estremamente generosa, e sono certo che anche i prossimi utenti saranno felici di apprezzare la qualità del nostro servizio".

Il nodo Simbox

Nel frattempo si complica la questione Simbox, perché dopo l'incarico di indagine assegnato alla Polizia Postale, ieri il vice presidente del Consiglio Luigi Di Maio ha preso posizione durante un'audizione alla Camera.

"Appena arrivato al Ministero ho inviato delle  prescrizioni perchè devono adeguarsi alla norma e ho interessato anche  Salvini con il Ministero dell'Interno perchè è una questione che viene  dalla vecchia legge Pisanu e potrebbe creare dei problemi di concorrenza  sleale", ha dichiarato Di Maio.

"C'è un distributore automatico di SIM che ricevi mettendo la carta di identità, la carta viene registrata ma la SIM è attivata prima della registrazione al terminale del documento di riconoscimento. In realtà la compagnia sostiene che la dinamica sia un'altra: il  documento di riconoscimento viene trasmesso in tempo reale alla  registrazione e per questo la sim viene attivata subito. Noi abbiamo  avviato tutte le prescrizioni del caso, perchè il solo rischio di avere  una sim non registrata che possa essere utilizzata da organizzazioni  terroristiche o criminali ci mette in serio pericolo. Ho interessato  subito anche il Ministero dell'Interno e stiamo procedendo su questa  vicenda".

La risposta di Iliad relativa alle Simbox

Iliad ha confermato che il processo di verifica delle Simbox è efficace e completo. "La fase di sottoscrizione dell'offerta e di richiesta della SIM iliad, prevede la raccolta di dati personali, documenti validi e la registrazione di un video dinamico per ogni singolo utente, che risultano pedissequamente verificati dagli operatori del Servizio Utenti iliad tramite un applicativo interno. Nei casi in cui i dati risultino errati, parziali o invalidi, nei casi in cui il documento di identità non risulti valido, sia danneggiato o di dubbia validità, quando inoltre, il video registrato pone dubbi sul riconoscimento di una persona, si procede al rigetto della richiesta", si legge nella nota ufficiale. 

"L'attivazione della SIM viene effettuala da iliad solo in caso di conferma da parte dell'operatore del Servizio Utenti e successivamente a tale conferma. Questo processo è stato ideato e implementato per garantire la conformità con la normativa applicabile e la tutela della sicurezza delle comunicazioni elettroniche, e assicura un livello di controllo sulle identità degli utenti particolarmente elevato anche in considerazione della digitalizzazione della procedura".