Home Cinema

Installazione di Windows: preparativi

Pagina 3: Installazione di Windows: preparativi

Installazione di Windows: i preparativi

Chiunque debba reinstallare Windows frequentemente per motivi professionali (e dopo la seconda volta non è più divertente) dovrebbe crearsi un CD con integrato il service pack più aggiornato. Potete trovare le istruzioni su come fare, in internet, per esempio al sito winhelpline.info (sito in tedesco).

Un CD di installazione può essere facilmente modificato in modo che contenga le ultime versioni dei driver e che il sistema si installi quasi da solo. Abbiamo però notato che questa soluzione è applicabile solo in poche specifiche applicazioni, perchè i driver ormai diventano obsoleti ad una velocità disarmante e nuove patch di Windows vengono distribuite quasi giornalmente. Lo sforzo di integrare questi aggiornamenti in un CD ci sembra fin troppo grande.

Comunque un Service Pack può essere integrato nei file originali di Windows in pochi minuti grazie ad una funzione chiamata SlipStream. Allo stesso modo un CD di installazione può essere masterizzato nello stesso brevissimo tempo.

Iniziamo! – le opzioni

Durante l'installazione di Windows Server potete selezionare direttamente i servizi che desiderate. Vi consigliamo però di fare le vostre scelte in modo graduale, e quindi di installare i servizi solo quando ne avrete veramente bisogno.
Durante l'installazione di Windows Server potete selezionare direttamente i servizi che desiderate. Vi consigliamo però di fare le vostre scelte in modo graduale, e quindi di installare i servizi solo quando ne avrete veramente bisogno.

È vero che la creazione delle partizioni non vi mette al sicuro dai malfunzionamenti hardware dell'hard disk, che possono creare problemi di inflessibilità nel momento in cui lo spazio disponibile sul disco si esaurisce. Comunque, l'archiviazione dei dati può essere tenuta separata dal sistema operativo, cosa particolarmente raccomandata per motivi di sicurezza dei dati e visti i frequenti problemi di stabilità del software. Vi consigliamo quindi di considerare la creazione di queste partizioni/drives:

  • System
  • Swap file
  • User data
  • RIS partition

Windows stesso, assieme a tutti i servizi necessari, può essere sistemato in una partizione di circa 2 GB; di conseguenza, una partizione di sistema da 10 GB è più che sufficiente. Naturalmente potrebbe anche essere più grande, specialmente se avete intenzione di lasciare i files di swap in questa partizione.

Se questo non è il vostro caso, allora la partizione deve essere creata come prima (2-4 GB sono abbastanza) in quanto gli Hard Disk sono sempre scritti dall'esterno verso l'interno, diventando più lenti in quella direzione a causa della diminuzione della velocità di rotazione del disco magnetico quando si procede dall'esterno all'interno del disco.

Lo spazio di archiviazione allocato per i dati degli utenti dipende da molti fattori come, per esempio, il numero di utenti che salveranno i propri dati sul server, w il tipo di dati che verranno salvati. Non abbiamo fatto differenze tra drive fisici e partizioni volontariamente, dato che questa scelta è troppo legata allo scopo che volete dare al vostro server.