e-Gov

MediaLibraryOnLine, la biblioteca digitale italiana

MediaLibraryOnLine è il primo network italiano che unisce oltre mille biblioteche pubbliche e che consente un nuovo modo di distribuzione digitale, il prestito via Web. I numeri dell’ambizioso progetto vantano un catalogo di 27.200 e-book, 1000 audiolibri, 1345 quotidiani online provenienti da 89 paesi e disponibili in 39 lingue. Inoltre sono disponibili 16.500 album musicali e 49.500 oggetti digitali.

La biblioteca è a disposizione degli utenti via Internet 24 ore su 24, sette giorni su sette, 365 giorni l’anno. Il progetto, nato tra il 2005 e il 2008 e diventato operativo nel 2009, è stato ideato e sviluppato da Horizons Unlimited Srl di Bologna in collaborazione con il Consorzio sistema bibliotecario Nord Ovest di Milano e la Provincia di Reggio Emilia.

Giulio Blasi, amministratore delegato di Horizons, ha spiegato all’agenzia di stampa Apcom le origini del progetto. “Nasce dal bisogno di riempire un vuoto delle biblioteche italiane rispetto agli Stati Uniti, dove da anni gli utenti possono accedere online alle risorse multimediali; in Italia c’era una profonda arretratezza. Il modello a cui ci siamo ispirati – ha aggiunto Blasi – era quello di un grande network nazionale di biblioteche che si uniscono e interagiscono sui contenuti multimediali”.

Accedere ai servizi Web delle biblioteche aderenti al Mlol non costa nulla. I contenuti digitali sono disponibili  in streaming o download. Gli eBook,  attesi nella piattaforma per il 2011, saranno consultabili per un periodo limitato, come avviene con il tradizionale prestito di libri di carta in biblioteca.

L’homepage di MediaLibraryOnLine – Clicca per ingrandire

Sullo sfondo dell’operazione restano i numeri poco lusinghieri sulla situazione delle biblioteche in Italia. Come ha spiegato Giulio Blasi “nel 2009 nelle regioni più virtuose gli utenti delle biblioteche sono il 15-20 per cento della popolazione, mentre negli Stati Uniti la media nazionale è del 69 per cento“.

Grazie alla maggiore confidenza con le nuove forme di fruizione culturale e i nuovi sistemi di lettura – dice Blasi – si punta anche a formare nuove generazioni di lettori, che possano poi avvicinarsi con consapevolezza al mercato degli eBook e dell’editoria del futuro.

MediaLibraryOnLine ha anche una pagina Facebook, che piace già molto.

Ottimo progetto.

ringraziamo Pino Bruno per la collaborazione