e-Gov

Microsoft HoloLens con Intel Atom di nuova generazione?

HoloLens, il "visore olografico" svelato da Microsoft all'ultimo evento legato a Windows 10, in grado di visualizzare contenuti in realtà aumentata nello spazio che ci circonda, potrebbe essere basato su un chip Intel Atom "Cherry Trail" a 14 nanometri. A dirlo sono "fonti vicine al dispositivo" raccolte da PC World qualche giorno fa.

Microsoft HoloLens

Il SoC in questione (rivolto anzitutto al mercato tablet) è attualmente in distribuzione ai partner di Intel, ma non sappiamo se ci sia anche Microsoft tra i clienti. HoloLens, secondo quanto svelato da Microsoft, è dotato di una CPU, una GPU e un terzo chip chiamato Holographic Processing Unit (HPU).

Date le dimensioni del dispositivo CPU e GPU potrebbero essere davvero parte di un SoC, ossia un unico chip in grado di consumare poco e garantire una buona potenza. Il tema della richiesta energetica di HoloLens non è per nulla secondario se pensiamo che l'obiettivo è quello slegarlo da qualsiasi tipo di cavo, sia di alimentazione di collegamento.

Cherry Trail garantirebbe, a tal proposito, supporto alla ricarica senza fili e lo streaming di contenuti wireless tramite tecnologia Intel WiDi.

Microsoft Windows 8.1 Microsoft Windows 8.1

"Il successo di HoloLens dipenderà molto dalla sua capacità di riconoscere le gesture e i movimenti delle mani. Intel ha integrato alcune capacità di riconoscimento gesture in Cherry Trail, anche se non è chiaro come i calcoli saranno suddivisi tra CPU, core grafico e processore olografico", sottolinea PC World.

Jim McGregor, analista di Tirias Research, non esclude che anche l'HPU sia stata progettata da Intel, arrivando a speculare che si tratti di una versione "ridotta" di un chip Xeon Phi, ex Larrabee – progetto di chip grafico x86 di Intel mai nato. Non possiamo escludere nulla, ma sarebbe bizzarro. Forse l'HPU è un progetto interno di Microsoft, a cui non mancano specialisti e denaro per imbarcarsi nella creazione di chip dedicati.

###old3290###old

"Microsoft forse ha sviluppato l'HPU sotto forma di un Digital Signal Processor (DSP), ampiamente usato nei dispositivi mobile per gestire funzioni specifiche come il riconoscimento di linguaggio e immagini, e ha poi lavorato con Intel in modo che i DSP fossero compatibili con Cherry Trail", conclude PC World.

Microsoft HoloLens debutterà in futuro, non c'è una data precisa, quindi potrebbe arrivare in concomitanza con Windows 10 o successivamente. Ci aspettiamo comunque che Microsoft torni a parlarne presto, alla BUILD di aprile o magari anche alla GDC di marzo.