Telco

Montalto delle Marche, un altro comune con fibra (FTTH) di Stato attiva grazie a Open Fiber

Montalto delle Marche, provincia di Ascoli Piceno, è un altro comune dove da oggi i cittadini possono attivare servizi ultrabroadband a 1 Gbps grazie alla fibra di Stato realizzata da Open Fiber. Si tratta di una città in area bianca, quindi oggetto del progetto piano BUL del Governo.

A Montalto delle Marche sono state cablate 986 unità immobiliari con un investimento di oltre 405mila euro. “Oltre il 75% della copertura è stato realizzato tramite il riutilizzo di infrastrutture esistenti, senza necessità di scavi”, spiega Open Fiber. “L’edificio scolastico in cui si è tenuto l’evento di presentazione è la prima sede della PA in cui è stato attivato il servizio di connessione alla rete di Open Fiber”.

Il progetto Banda Ultralarga prevede la copertura di altri centri marchigiani con un investimento complessivo di 90 milioni di euro. Nello specifico l’operatore wholesale concessionario per la progettazione, realizzazione e manutenzione della nuova rete FTTH sta lavorando per cablare 360mila unità immobiliari in 236 Comuni – di cui 147 con cantieri già avviati.

“Open Fiber sta lavorando in tutte le regioni d’Italia per azzerare le differenze tecnologiche grazie all’infrastruttura di TLC più avanzata in circolazione. Servizi come streaming HD, telelavoro, domotica, gaming, PA digitale saranno disponibili per tutti i cittadini senza distinzioni, dalle metropoli fino ai comuni più periferici”, ha dichiarato Stefano Paggi, Direttore Network&Operations di Open Fiber. “La connettività a 1 Gigabit al secondo, che è oggi disponibile per i cittadini di Montalto, raggiungerà presto tutti i comuni delle aree bianche delle Marche, grazie anche a una proficua collaborazione con la Regione”.

Parallelamente al progetto pubblico procede quello privato di Open Fiber, che prevede per le Marche la copertura delle principali aree urbane. Attualmente l’azienda, che ha completato l’infrastrutturazione di Ancona, è al lavoro ad Ascoli Piceno, Fabriano e Macerata e presto inizierà il cablaggio di Civitanova Marche, Fano, Pesaro, San Benedetto del Tronto e Senigallia per raggiungere un totale di oltre 183mila unità immobiliari con un investimento di 51 milioni di Euro.