Realtà virtuale

Oculus Rift, la realtà virtuale è quasi tra noi: svelato Oculus Touch

In una conferenza che si è tenuta nelle scorse ore Oculus ha confermato che il visore Rift sarà disponibile sul mercato dal primo trimestre 2016. L'evento è stato foriero di diverse novità interessanti come una partnership con Microsoft e Oculus Touch, un sistema di input completamente nuovo. Andiamo con ordine.

oculus rift

Il visore Rift usa due schermi AMOLED a bassa persistenza e ottica appositamente progettata per la realtà virtuale. Il visore è tracciato da un sistema IR LED per trasporre in gaming, senza latenza e in modo preciso, l'orientamento e la posizione dello sguardo. Si chiama "Constellation" e all'apparenza sembra un microfono. Bisogna posizionarlo davanti a sé e permetterà di migliorare il tracciamento della vostra persona nello spazio.

Anche l'audio è una componente critica dell'esperienza e per questo ci sono cuffie integrate, oltre a un microfono interno ad alta qualità. Le cuffie sono rimovibili nel caso ne vogliate usare un altro modello. Per quanto riguarda il design, l'architettura degli strap scarica il peso in modo uniforme sul capo, in modo da non pesare troppo sul collo.

"Abbiamo incluso anche un meccanismo che vi permette di modificare la distanza tra le lenti per una visione più confortevole. Potete anche rimuovere l'interfaccia facciale per sostituire la morbida schiuma e abbiamo migliorato il form factor per gestire meglio gli occhiali".

Insieme a ogni visore Oculus, grazie a una partnership con Microsoft, offrirà un controller wireless dell'Xbox One. "È il miglior modo per giocare a titoli come Lucky's Tale, EVE: Valkyrie ed Edge of Nowhere", sottolinea l'azienda. Oculus e Microsoft hanno anche annunciato che il visore supporterà la funzione di streaming "Xbox to Windows".

oculus touch 01

Oculus Touch è invece il controller pensato per nuovi generi e categorie di giochi che in futuro richiederanno un diverso insieme di input. Oculus Touch è composto da un paio di controller, tracciati nel gioco, da impugnare singolarmente. Attualmente esiste un prototipo chiamato "Half Moon". Ogni controller Half Moon ha la classica levetta analogica, due tasti e un trigger analogico. C'è anche un meccanismo di input chiamato "hand trigger".

"Immaginate di usare questo trigger per prendere un fucile virtuale e poi usare il vostro dito indice per fare fuoco", ha spiegato Oculus. Si tratta di controller wireless che permettono di muoversi in modo più libero e naturale rispetto a un classico joypad. "Usiamo lo stesso sistema IR LED che usiamo nel Rift per un tracciamento preciso, a bassa latenza e su sei profondità di campo".

oculus touch 02

Il prototipo Half Moon include tecnologia aptica – ossia che restituisce sensazioni tattili – in modo che gli sviluppatori forniscano sensazioni durante l'interazione con gli oggetti del mondo virtuale.

Infine, Half Moon è in grado di rilevare la posizione delle dita tramite una matrice di sensori montati in tutto il dispositivo, che consente al controller di riconoscere quelle che si possono definire, forse non propriamente, "gesture". Oculus Touch sarà distribuito a giocatori, sviluppatori e appassionati nella prima metà del 2016 e sarà prenotabile più o meno nello stesso periodo del Rift.

oculus touch 03

Durante la conferenza Oculus ha mostrato alcuni dei giochi in realtà virtuale attualmente in sviluppo, tra cui EVE: Valkyrie di CCP Games, Chronos di Gunfire Games ed Edge of Nowhere di Insomniac Games. Questi giochi saranno giocabili durante l'E3 di Los Angeles insieme ad alcune demo che includono: Damaged Core di High Voltage, VR Sports: Challenge di Sanzaru, Esper di Coatsink, AirMech di Carbon e Lucky's Tale di Playful.

Oculus ha anche annunciato che metterà sul piatto 10 milioni di dollari destinati agli sviluppatori indipendenti per creare giochi adatti al Rift.