Tom's Hardware Italia
e-Gov

OGR Tech, a Torino un nuovo hub internazionale dedicato a ricerca e startup

All’interno delle Officine Grandi Riparazioni di Torino è stato inaugurato ieri OGR Tech, un innovation hub dedicato al Tech tra i più grandi e innovativi d'Italia.

In uno spazio di 12.000 metri quadrati all’interno delle Officine Grandi Riparazioni di Torino è stato inaugurato ieri OGR Tech, un innovation hub dedicato al Tech tra i più grandi del Paese, con progettualità di ricerca uniche. 200 metri di lunghezza suddiviso tra sale riunioni e uffici open space su due piani, modulari e flessibili, con 500 postazioni di lavoro smart, tavoli “social”, aree “chat sofa” e “phone booths” insonorizzate, scrivanie ergonomiche ad altezze regolabili e memorizzabili e ancora 50 schermi ledwall e videowall per la trasmissione in real time delle news di canali come Bloomberg o CNBC, oltre a contenuti e dirette streaming di eventi globali come TechCrunch Disrupt SF o Web Summit. Sono questi alcuni dei numeri che identificano l’innovativo progetto.

Dei 100 milioni di euro complessivi destinati dalla Fondazione CRT per la rinascita e la trasformazione delle ex Officine dei treni in Officine delle idee, 50 milioni sono stati investiti nel restauro e nell’allestimento dell’area Tech. Con quest’ultimo tassello si completa così il progetto delle nuove OGR, che comprende anche l’area Cult per mostre d’arte, concerti, spettacoli dal vivo e perfino progetti di virtual reality e quella Taste, per il food & beverage, entrambe inaugurate dopo mille giorni di lavori il 30 settembre 2017.

Focalizzate sul Tech e su alcune verticali di eccellenza come l’intelligenza artificiale e la blockchain, le OGR Tech ospiteranno quattro differenti attori, in un’ottica di contaminazione positiva per la creazione di un ecosistema italiano dell’innovazione. Sotto lo stesso tetto vi saranno infatti startup, scaleup e acceleratori di impresa di rilevanza globale come Techstars, basato in Colorado, per supportare la crescita del territorio e creare connessioni con i principali hub europei e statunitensi; aziende corporate nazionali e internazionali impegnate in attività di ricerca e sviluppo, per avviare percorsi di open innovation; investitori; centri di ricerca applicata sugli smart data, con realtà di eccellenza come il Politecnico di Torino e Isi Foundation, che avvierà alle OGR il primo centro sui Big Data per il non profit, mettendo a punto nuovi indicatori per la valutazione dell’impatto sociale in ambito filantropico.

Sotto l’egida di OGR Tech sono state siglate alleanze strategiche con player internazionali: in aggiunta a Techstars, che lancerà a Torino un programma di accelerazione sulla smart mobility in esclusiva europea e in collaborazione con Fondazione CRT, Compagnia di San Paolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center, altre importanti partnership coinvolgono Endeavor, il principale network globale no profit per scale up; Intesa-Gruppo IBM, che in OGR Tech completerà il suo campus dell’innovazione italiano sull’asse Milano-Torino, puntando ad accrescere con le competenze del territorio sui temi dell’intelligenza artificiale e della blockchain per top talents in collaborazione con il Politecnico di Torino; Talent Garden per la gestione quotidiana degli spazi delle OGR Tech, per l’animazione della community e per la naturale connessione con gli oltre 20 campus in Europa.

Tramite Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, è stato inoltre consolidato un legame con l’Ambasciata degli Stati Uniti in Italia e il Dipartimento di Stato americano attraverso Best (Business Exchange and Student Training), il programma bilaterale Italia-USA, di cui le OGR saranno la “casa”, per la creazione di start up high-tech nel nostro Paese, dopo un periodo di formazione e training di giovani talenti nella Silicon Valley, facendo leva sul network internazionale in costruzione.