Fotografia

Panasonic LUMIX LF1, torna il mirino sulle compatte

A tutti i nostalgici del mirino, Panasonic dedica LUMIX LF1, una compatta ad alte prestazioni con sensore da 1/1.7 pollici. Si tratta di un mirino elettronico, naturalmente, e non evoluto tanto quanto quelli che si trovano sulle mirrorless di riferimento – 0,2 pollici, 200.000 punti – ma tanto basta per accontentare chi non sopporta di inquadrare a braccia tese dal display posteriore. La LUMIX LF1 si può definire una LUMIX LX7 con aggiunta del mirino e ottica meno luminosa, ma più versatile.

I due corpi macchina, in effetti si somigliano molto, e sotto il cofano troviamo un sensore MOS dello stesso formato (1/1.7 pollici) che però, in questo caso, beneficia di un paio di Mpixel in più: 12,1. Nonostante questo, la gamma ISO è rimasta inalterata, e arriva a 6400 ISO a piena risoluzione con la possibilità di raggiungere i 12800 ISO in situazioni di emergenza.

L'ottica, dal canto suo, è meno luminosa ma decisamente più versatile. Si tratta di un Leica DC VARIO-SUMMICRON F2.0 equivalente a 28-200mm con apertura massima f/2-5.9. Essendo una fotocamera per appassionati, l'interfaccia è stata curata in modo particolare e offre l'anello di controllo alla base del barilotto dell'obiettivo per la gestione di apertura, velocità dell'otturatore e zoom che tanto piace ai fotografi di vecchia data.

Interessante anche la nuova guida alla composizione vi aiuta inquadrare e ad allineare i soggetti correttamente, proponendovi schemi diversi: Regola dei Terzi, Linee Diagonali, Tunnel, Raggi 1 e 2, e Forma a S.

Per chiudere, citiamo la connettività NFC / Wi-Fi per trasferimento file, condivisione e controllo remoto della fotocamera, il display posteriore da 3" e il video Full HD 1920×1080 50i, nei formati AVCHD Progressive e MP4. Come sempre, al momento dell'annuncio non è stato comunicato il prezzo in Euro, ma è noto quello in dollari, che sfiora i 500 (499,99 dollari).