Home Cinema

Recensione Sonos Play:1

Sonos Play:1

 

Play:1 è il diffusore più piccolo della famiglia Sonos, è pensato per gli ambienti piccoli o per sistemi home theater. Inoltre la sua resistenza a elevati tassi di umidità lo rendono l'ideale per il posizionamento in ambienti come il bagno.

Recensione

Play:1 è il piccolo della gamma Sonos, un sistema audio che permette di riprodurre tutta la vostra musica in formato digitale o in streaming dalla maggior parte dei servizi online, tra cui figura anche Spotify, Deezer e Google Play Music. Offre diversi elementi per adattarsi alle differenti esigenze di spazio, prezzo e qualità/potenza audio richieste. Il funzionamento è lo stesso per tutti i modelli: basta collegarli a una presa elettrica e disporre di una rete Wi-Fi o cablata; tramite l'applicazione omonima disponibile per PC, Mac, iOS e Android, potrete avviare la riproduzione musicale subito dopo una veloce configurazione iniziale completamente automatica (vi verrà chiesto di premere solo un tasto).

Play:1 funziona sia in modalità Wireless, sia in modalità cablata. Con la connessione Wi-Fi non avrete vincoli per il posizionamento in casa, a parte la necessità di una presa elettrica. Per abilitare la modalità senza fili dovrete avere già un altro componente Sonos collegato in rete o affidarvi a un Bridge, che una volta connesso al router si occuperà di creare la rete di comunicazione wireless.

Play:1 è grande la metà di un Play:3 e integra un solo connettore di rete. Il design è lo stesso degli altri prodotti della famiglia Sonos, ma in questo caso è un po' più arrotondato, un piccolo cilindretto, anche se non è perfettamente tondo. Può essere posizionato solo in verticale, diversamente dal Play:3 che può essere usato anche in orizzontale. Disponibile in nero o bianco, gli unici tasti che troverete sono nella parte superiore e comprendono un tasto di Play/Pausa e un bilanciere del volume, assieme a un led di stato che può anche essere disabilitato tramite software.

Play:1 è costituito da due altoparlanti, un midrange in ampia gamma e un tweeter, un'ognuno affiancato da un amplificatore in classe D. È il meno potente tra tutti i modelli Sonos, ma è in grado di offrire una buona qualità di riproduzione audio, e anche una potenza abbastanza elevata considerando le dimensioni generali. Anche la resa dei bassi è superiore a quella immaginabile. La potenza è sufficiente per sonorizzare una stanza di medie/piccole dimensioni.

L'applicazione Sonos, continuamente aggiornata dall'azienda, si differenzia in base alla versione per tablet e smartphone, ma permette di gestire le stesse cosa: da una parte potrete scegliere l'altoparlante su cui riprodurre musica, dall'altra permette di scegliere cosa riprodurre, se attingere dalla propria collezione musicale presente su un computer o un NAS, o se affidarsi a un servizio di streaming online. Potrete anche accedere alle migliaia di stazioni radio internet. Non manca la possibilità di creare delle playlist, o di usare Sonos come sveglia.

Se acquisterete più altoparlanti Sonos, potrete creare configurazioni stereo se li metterete nella stessa stanza, o una configurazione multi-room assegnando a ogni altoparlante il nome della stanza in cui è installato. Il vantaggio, in questo caso, è che potrete riprodurre canzoni diverse su altoparlanti diversi, contemponearamente e anche usando controller (cioè smartphone o tablet diversi). 

Verdetto

Play:1 costa 199 euro, ed è il minimo che dovrete spendere per entrare nell'universo Sonos. Play:1 non è però pensato solo per sonorizzare stanze di piccole/medie dimensioni, ma è l'ideale per creare dei sistemi home theater, abbinato al Sub e alla Play:Bar. Se volete un sistema flessibile come il Sonos, ma un suono stereo, Play:1 è l'ideale per questa configurazione, o per mettere insieme un sistema multi-room di qualità senza spendere un capitale.

PRODOTTI IN QUESTO ARTICOLO
Sonos Play:1