Tom's Hardware Italia
Telco

Sky fibra anche in Italia grazie a Open Fiber? Trattative

Sky avrebbe avviato trattative con Open Fiber per fornire servizi ultra-broadband a partire dal 2018. Secondo Bloomberg l'accordo potrebbe essere siglato a ottobre.

Sky potrebbe diventare provider di servizi Internet anche in Italia grazie a Open Fiber, secondo fonti autorevoli.Bloomberg poche ore fa ha confermato che vi sarebbe una trattativa in corso che potrebbe portare a un accordo già a ottobre. In pratica Sky sfrutterebbe i servizi all'ingrosso di Open Fiber per sbarcare su tutti i mercati dove la controllata di Enel è presente con le sue reti FTTH da 1 Gbps.

Sky uk
Sky UK

Come abbiamo anticipato qualche settimana fa, secondo indiscrezioni, Open Fiber sarebbe intenzionata a collegare tutti i suoi POP nazionali per consentire proprio questo genere di servizi. Ovvero permettere a qualsiasi società di diventare provider virtuale fibra, analogamente a quanto avviene nel settore mobile.

Sky, secondo le fonti di Bloomberg, potrebbe confezionare pacchetti ad hoc a partire dal primo trimestre 2018, magari giocando anche la carta della sua nuova linea di set-top-box Sky Q. La strategia sarebbe simile a quella adottata nel Regno Unito, dove il colosso del mercato pay-tv possiede anche il provider Sky Broadband (nato dalla acquisizione e fusione di O2 e Be nel 2013) e sfrutta la fibra di BT Openreach per il suo servizio Sky Fiber.

In ogni caso Open Fiber e Sky non hanno ancora ufficialmente commentato l'indiscrezione. 

Il commento

L'operazione Sky-Open Fiber sarebbe una gran mossa per entrambe le società. La prima potrebbe finalmente cavalcare l'onda dei servizi streaming, uscendo dall'empasse del mercato pay TV italiano che secondo molti osservatori su satellite e DTT avrebbe margini di crescita risicati. La seconda renderebbe ancora più proficuo il suo progetto di cablaggio FTTH, che prevede servizi 1 Gbps per 271 comuni entro il 2023.

Leggi anche: Sky, fatturazione ogni 4 settimane dal primo ottobre

Da non dimenticare che Sky ha appena annunciato una transizione alla fatturazione a 28 giorni, che produrrà un rincaro annuale degli abbonamenti di circa l'8,6% e probabilmente un bel po' di disdette. Recuperare sul fronte online sarebbe una gran mossa anche in prospettiva futura.

Sky UK
Sky UK

Già, perché se davvero Telecom Italia siglerà una partnership con Canal Plus nascerà la prima reale offerta alternativa alle pay tv tradizionali. Netflix, Infinity, Tim Vision e la stessa Sky Now oggi sono concorrenziali sui prezzi degli abbonamenti ma non dispongono di un portfolio così completo – sopratutto se si guarda allo sport.

Insomma, con una connessione fibra e un pacchetto Sky ben confezionato il mercato pay potrebbe davvero subire uno scossone. Perchè un conto è un accordo commerciale con un provider – come quello in essere tra Sky e TIM – e un conto è diventare un provider virtuale. Gestione costi, flessibilità offerta, composizione servizi sono completamente diversi.