Tom's Hardware Italia
Home Cinema

Soluzione 1: disabilitare il secondo router

Pagina 3: Soluzione 1: disabilitare il secondo router
Avete sudato sette camicie cercando di far funzionare la condivisione di file e stampanti in una rete con due router? Vi spieghiamo perchè avete questo problema e come risolverlo.


Soluzione 1: disabilitare il secondo
router

La soluzione più semplice per questo problema è
non usare il secondo router come.. router! Del resto è il NAT del firewall
che ci rende la vita difficile, quindi se non ci serve, non lo usiamo.

Infatti avete bisogno che il secondo router vi faccia da router
solo se:


  • Volete creare intenzionalmente una parte protetta della vostra LAN con il
    firewall del secondo router.
  • Volete combinare le funzioni firewall dei due router, cioè port filtering,
    content filtering, logging, ecc.

Se non è vostra intenzione agire come sopra, allora
farete meglio as disabilitare il secondo router. Ecco come:


  1. Posizionatevi su un computer della LAN e impostate il suo IP in maniera
    statica al suo valore attuale.
    Per identificare il valore attuale dell’indirizzo IP, in Windows 2000 o XP
    aprite la finestra della connessione di rete, cliccate sulla linguetta Dettagli
    e identificate la riga "Indirizzo IP del client".

    In Windows Me, 98 e 95 cliccate Start > Esegui
    > winipcfg.
    In questo modo il computer, nell’esecuzione dei passi successivi, non perderà
    il proprio IP e quindi la connessione con il router.

    Note NOTE:
    ignorate questo step se il computer prescelto ha già un indirizzo
    IP statico. In caso contrario, ricordatevi, dopo le operazioni seguenti,
    di ripristinare l’opzione "Ottieni automaticamente un indirizzo IP".

  2. Disattivate il server DHCP nel secondo router. Il primo router ha a sua
    volta un server DHCP, in questa maniera non andranno in conflitto tra di loro.


  3. Cambiate l’indirizzo del secondo router in modo da inserirlo nella
    stessa subnet
    del primo, badando di scegliere un IP che sia fuori
    dal range DHCP del primo router e ovviamente diverso dall’IP di quest’ultimo,
    altrimenti risulteranno conflitti. In questo modo potrete amministrare il
    secondo router da ogni macchina della LAN.
    Nella nostra configurazione di esempio l’indirizzo base del primo router è
    192.168.1.1 con un range del DHCP da 192.168.1.100 a192.168.1.150. Quindi
    l’indirizzo base del secondo router può essere uno a scelta tra 192.168.1.151
    e 192.168.1.254.
  4. Ora collegate una porta uplink LAN di un router a una normale porta
    LAN dell’altro.
    Non importa quale porta usiate sull’uno o l’altro
    router, basta che non usiate porte uplink su entrambi i router! Se
    i router non hanno porte uplink, usate un cavo incrociato per collegare due
    porte normali. La figura 2 mostra un esempio dei due schemi
    di interconnessione in caso di presenza di porte uplink su almeno uno dei
    router.

    Solution 1: Disable the Second Router


    Figura 2: interconnessione
    tra i router.

    Notate che siccoem non state più usando la sezione
    routing del secondo router, nessuno dei parametri WAN (o internet) va modificato,
    potete lasciare tutto com’era.


Congratulazioni! Avete appena trasformato il secondo router
in un semplice switch e/o punto d’accesso, e i vostri problemi di condivisione
sono finiti.