Fotografia

Stabilizzatore dell’immagine

Pagina 6: Stabilizzatore dell’immagine

Stabilizzatore dell’immagine

Tutte le videocamere in questo test avevano uno stabilizzatore
dell’immagine digitale, che reinterpreta l’immagine digitalmente. Uno stabilizzatore
dell’immagine è generalmente progettato per compensare il tremolio dell’immagine
(visibile con la modalità zoom) ma non proprio gli strattoni. Al contrario
dello stabilizzatore ottico che lavora con delle lenti mobili, quello digitale
utilizza parte del sensore per l’elaborazione dell’immagine. Questo causa una
insignificante perdita della qualità dell’immagine percepibile solo con
una luce fievole. Si nota una sostanziale differenza fra i modelli in questo
caso. La Sony DCR-TRV22 e la Canon Elura 50 catturano l’immagine molto bene
nella modalità zoom. Ma la JVC non compensa molto bene il tremolio. Potete
vedere da soli quanto si minima la differenza tra "con" e "senza"
stabilizzatori nelle immagini sottostanti.




Image Stabilizer

Una videocamera con stabilizzatore
Image Stabilizer

Una videocamera senza stabilizzatore



Modalità 16/9

Sebbene ogni videocamera abbia la modalità 16/9, ci
sono due tipi di display: anamorfo e "letterbox". Nel 16/9 anamorfo,
l’immagine è allungata verticalmente dal cima a fondo dello schermo.
AL modalità anamorfa è compatibile solo con le TV 16/9. Sugli
schermi normali a 4/3 l’immagine verrebbe visualizzata con distorsioni. E mentre
alcune videocamere (Sony DCR-TRV22) hanno uno schermo LCD compatibile con la
modalità16/9 che visualizza l’immagine in modo corretto con le bande
nere per riempire lo spazio non utilizzato, altre (Canon Elura 50) visualizzano
un’immagine "allungata", che non è molto gradevole a vedersi.

Con la modalità 16/9 "letterbox", le bande
nere sono inserite dall’alto al basso dell’immagine per dare un effetto "movie".
Il formato 4/3 è interamente conservato intatto e si potrà pertanto
guardare il film su un comune televisore senza problemi. La JVC GR-DX95 integra
entrambe la modalità 16/9.

Ergonomicità

Comfort nella ripresa: Schermo e
Mirino Fotografico

Lo schermo e il mirino fotografico sono utilizzati per controllare
la foto. E dato che avrete gli occhi incollati su quest’ultimo, vi conviene
scegliere il migliore. Nella maggioranza dei casi, il mirino deve essere sollevato
prima di poter essere utilizzato. Lo schermo è sempre a colori e può
essere settato per realizzare foto di effetto (sulla folla o con un angolo ridotto).
La Sony DCR-TRV22 conquista il premio per i colori del suo mirino da 113,000
pixels e lo schermo LCD da 123,200 pixels. La JVC GR-DX95 possiede lo schermo
più grande di tutte le compatte sul mercato con ben tre pollici e 200,000
pixels! Questa è una eccellente performance, ma il mirino in bianco e
nero la penalizza un po’. La Canon Elura 50 incorpora il più piccolo
schermo (due pollici), che sembra molto solido.