Telco

Vodafone rimodula alcune ricaricabili mobili, di nuovo?

Vodafone ha comunicato che dal 3 settembre alcune offerte mobili ricaricabili subiranno un rincaro di 1,99 euro al mese. L'unica consolazione è che le stesse a partire dal 3 agosto includeranno minuti illimitati verso fissi e residenziali "sia in Italia che in roaming in tutti i Paesi dell'Unione Europea".

Da rilevare che i clienti interessati riceveranno la comunicazione via SMS. È il caso di un nostro lettore che proprio ieri, in concomitanza del rinnovo della sua offerta Special Minuti 30 GB (1000 minuti, 1 SMS e 30 GB) ha fatto l'inaspettata scoperta. Ci ha manifestato stupore e un po' di fastidio, poiché questo era il suo primo rinnovo. "Ma come? Neanche un mese è già rimodulano? Ero con TIM, mi hanno offerto una winback da 10 euro via SMS e a breve passerò già a 11,99 euro al mese. Va bene il traffico illimitato, ma io consideravo adeguati già 1000 minuti per il mio traffico", ha confidato a Tom's Hardware.

Vodafone

L'unica consolazione, come vuole la prassi, è che potrà "recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione fino al giorno prima dell'aumento del costo dell'offerta, specificando come causale del recesso modifica delle condizioni contrattuali".

"I clienti che hanno un'offerta che include telefono, tablet, 'Mobile Wi-Fi', o prevede un costo di attivazione a rate, potranno continuare a pagare, a seconda dell'offerta, le eventuali rate residue addebitate con la stessa cadenza e con lo stesso metodo di pagamento prescelto", puntualizza Vodafone nel suo SMS.

sms

Il diritto di recesso può essere esercitato gratuitamente, eventualmente mantenendo attiva un'offerta che include un telefono e continuando a pagare le rate residue con la stessa cadenza e metodo di pagamento su: variazioni.vodafone.it o inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno a: Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10.0.15 Ivrea, Torino, o via PEC all'indirizzo disdette@vodafone.pec.it, chiamando il Servizio Clienti Vodafone al 190 o compilando l'apposito modulo nei negozi Vodafone, esplicitando la causale sopraindicata.

In contemporanea con questa rimoduazione Vodafone ha fatto sapere che la sua rete 4.5 G è stata estesa a nuovi comuni:

  • Roma, Napoli e Palermo fino a 1 Gigabit
  • Domus de Maria fino a 900 Megabit
  • Milano, Bologna, Firenze, Torino fino a 800 Megabit
  • Verona, Padova, Genova, Rimini, Ayas, Courmayeur, Gressoney-La-Trinitè, Ortisei, Pinzolo, Rivisondoli, Roccaraso, Sestriere, San Martino di Castrozza, Canazei, Cavalese e Sauze d'Oulx fino a 550 Megabit

"Per poter navigare in 4.5G il cliente deve avere un dispositivo abilitato, una SIM da almeno 128K, la promozione Velocità 4.5G attiva ed essere sotto copertura 4.5G", ricorda l'operatore. "La promozione Velocità 4.5G è gratis e automaticamente attiva se il cliente acquista un dispositivo 4.5G nei negozi Vodafone in Italia o su vodafone.it. In tutti gli altri casi si attiva automaticamente entro il mese successivo all'acquisto del dispositivo". 

Da ricordare però che per godere di questo servizio bisogna sempre disporre di un dispositivo dotato di software Vodafone o non associato ad alcun operatore.

Il Commento

E il bollettino di guerra continua. A maggio sono scattati i rincari per le SIM prepagate (0-69-1,49 euro a seconda dei casi), a giugno quelli per le SIM dati (1,5-3 euro a seconda dei casi) e per alcune SIM ad abbonamento (3 euro, però con bonus di 10 GB in più), a luglio quelli della rete fissa (2,5-3 euro a seconda dei casi), in autunno quelli residenziali (2,5 euro) e mobili ad abbonamento (4 euro) e adesso alcune ricaricabili.

I contratti non hanno più alcun valore. Urge una rivoluzione per l'Articolo 70 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche.