Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Voyager 1 mai così lontana, è a 20 miliardi di km dal Sole

La sonda spaziale Voyager 1 sta viaggiando a oltre 20 miliardi di chilometri dal Sole. Un'impresa che non ha precedenti e che può ancora farci avere informazioni inedite per ampliare la nostra comprensione dell'universo.

La sonda spaziale Voyager 1 è andata "là dove l'uomo non è mai giunto prima": si trova a più di 20 miliardi di chilometri dal nostro Sole. Per chi non lo ricordasse, parliamo della sonda spaziale che fu lanciata il 5 settembre 1977 da Cape Canaveral e che il 25 agosto 2012 uscì ufficialmente dal nostro Sistema Solare. Da allora viaggia nello spazio interstellare.

voyager1

John Grunsfeld, amministratore associato della NASA per la scienza, definì questo traguardo "una delle conquiste tecnologiche più significative negli annali della storia della scienza"; lo è ancora adesso, ma a quella pietra miliare se ne aggiunge un'altra, ossia il fatto che nessun veicolo spaziale finora ha raggiunto una distanza così ampia dal Sole.  

Il dato arriva dalla pagina ufficiale della NASA in cui c'è il conteggio in tempo reale della distanza delle due sonde Voyager dalla Terra e dal Sole. Per la cronaca la Voyager 2 si trova a "soli" 16 miliardi di chilometri dal Sole, nell'eliosheath (lo strato più esterno dell'eliosfera).

interstellar 1

Fra 40.000 anni circa la Voyager 1 dovrebbe passare a 1,6 anni luce dall'esopianeta AC +79 3888, conosciuto anche come Gliese 445.  A quel tempo tuttavia la sonda non sarà più operativa.

Curioso il fatto che la NASA abbia smesso di dare notizia delle imprese di questa sonda perché, stando a quanto riportato dal Register, ormai verso di lei c'è "scarso interesse". Un peccato per molti motivi. Innanzi tutto la Voyager 1 porta con sé il disco d'oro con i messaggi di saluto in diverse lingue indirizzati a eventuali forme di vita aliene che dovesse incontrare, e una collezione di registrazioni audio che era stata battezzata "Suoni della Terra".

Uranus Final Image
L'ultima immagine di Urano ripresa dalla Voyager 2 quando oltrepassò il pianeta per proseguire verso Nettuno

Inoltre, sarebbe bene non dimenticare che le sonde Voyager sono state artefici di molte importanti scoperte sul sistema di Giove, fra cui i vulcani di zolfo su Io, e che la Voyager 2 è tuttora l'unico veicolo spaziale ad avere esplorato Urano (scoprì nuove lune e inviò a Terra le prime immagini degli anelli) e Nettuno.

Infine, bisogna ricordarsi che la celebre foto "Pale Blue Dot!" fu scattata proprio dalla Voyager 1, il 14 febbraio 1990.

Pale Blue Dot

"Look again at that dot. That's here. That's home." — Carl Sagan