e-Gov

WiFi4Eu, al via la call da 27 mln di euro per portare il WiFi nei piccoli comuni

Portare la connettività wireless negli spazi pubblici dei piccoli comuni, in Italia e in Europa, è l’obiettivo del progetto WiFi4Eu, iniziativa della Commissione europea nell’ambito delle strategie di sviluppo del cosiddetto Digital Single Market. Il prossimo 19 settembre partirà il terzo bando, che metterà a disposizione dei comuni interessati ben 1780 voucher da 15mila euro l’uno, per un totale di ben 26,7 milioni di euro.

Le domande potranno essere presentate entro le ore 13:00 CEST del 20 settembre, esclusivamente per via telematica e solo a condizione che le municipalità interessate abbiano già effettuato la registrazione sull’apposito sito, caricando o aggiornando i documenti necessari. Le candidature saranno poi gestite in base all’ordine di presentazione delle domande, con equilibrio geografico. Seguirà poi l’annuncio dei vincitori, la firma delle convenzioni coi comuni e l’avvio dei lavori.

I comuni vincitori dei bandi potranno quindi impiegare i soldi del voucher per realizzare le infrastrutture necessarie a portare connessione wireless gratuita per i propri cittadini in piazze, parchi, musei, biblioteche, strutture sanitarie e altri edifici pubblici.

‎Il primo bando WiFi4EU, che ha avuto luogo nel novembre 2018, ha avuto un enorme successo, con oltre 13.000 comuni che hanno fatto domanda da tutta Europa e 2.800 voucher assegnati. Nel mese di aprile 2019 è poi seguito un secondo bando, che ha visto più di 10.000 domande per 3.400 voucher. Il 98% di questi voucher sono stati richiesti entro i primi 60 secondi dal lancio del bando, evidenziando così la recettività delle municipalità alla natura del bando, che prevede la gestione delle domande in base al loro ordine di presentazione.