Tom's Hardware Italia
Telco

Wind All Inclusive, cosa cambia da febbraio

Wind ha rivisto il proprio listino mobile per questo febbraio, introducendo alcune novità per le tariffe All Inclusive. Easy Pay ad esempio prevede chiamate illimitate e 20 GB di traffico dati a 9,99 euro al mese, con addebito su credito residuo, carta di credito o conto corrente bancario.

Come già fatto da altri operatori, anche Wind ha messo mano al proprio listino in questo mese di febbraio, apportando alcuni cambiamenti, soprattutto per quanto riguarda la linea di tariffe All Inclusive.

La prima novità riguarda All Inclusive Easy Pay, che prevede chiamate illimitate verso tutti i numeri fissi e mobili nazionali e 20 GB di traffico dati su rete 4G, al costo di 9,99 euro al mese per chi sceglierà l’addebito su credito residuo, carta di credito o conto corrente bancario. Chi dovesse invece optare per la ricarica tradizionale avrà invece un costo di 11,99 euro al mese.

Per quanto riguarda i costi di attivazione, invece il prezzo è di 4,99 euro per i nuovi clienti e 11,99 euro per chi è già cliente Wind, anziché 31,99 euro, ma solo a patto di tenere la SIM attiva almeno 24 mesi. In caso contrario invece è previsto l’addebito dei restanti 27 euro.

Wind infine ha previsto dei vantaggi anche per gli under 30. Attivando All Inclusive Young infatti si avrà la stessa tariffa descritta sopra, ma a un costo di 8,99 euro. Anche qui inoltre si può scegliere di pagare in modalità Easy Pay anziché classica, ma il vantaggio consiste in un aumento del traffico dati disponibile mensilmente, che sale a 30 GB. In entrambi i casi comunque le due tariffe sono sottoscrivibili unicamente nei negozi Wind, fino al prossimo 24 marzo.