Tom's Hardware Italia
Sicurezza

Windows 7 non soffre più di Blue Screen of Death cronico

C'è voluta la patch della patch per risolvere il pasticcio causato dall'aggiornamento della sicurezza del 9 aprile scorso, quando alcuni PC con Windows 7 sono entrati in un loop infinito di riavvi e schermate blu. Il nuovo file ripete l'upgrade di sicurezza ma senza bloccare i PC.

Microsoft ha pubblicato un aggiornamento per rimediare al pasticcio della patch di sicurezza dello scorso 9 aprile, che invece di risolvere i problemi aveva causato una fioritura di schermate blu, o Blu Screen of Death. Il guaio era stato tale da portare la casa di Redmond a consigliare di bloccare o disinstallare l'update. La questione riguarda gli utenti di Windows 7 che avevano scaricato il pacchetto di aggiornanti relativo al bollettino di sicurezza MS13-036 (KB2823324), e che si sono ritrovati impantanati in un loop infinito di riavvi e schermate blu.

Schermate blu a profusione dopo l'ultimo aggiornamento di sicurezza

"Il nuovo aggiornamento KB2840149 risolve ancora il problema di sicurezza descritto nel bollettino precedente e non dovrebbe causare questi problemi" spiega il portavoce Dustin Childs in un post nel blog Microsoft Security Response Center. L'azienda non ha fornito dettagli sui motivi del bagno di sangue istillato dall'aggiornamento del 9 aprile, si è limitata a scrivere di avere "determinato che l'aggiornamento, se abbinato con alcuni software di terze parti, può causare errori di sistema".

L'update incriminato

Clienti ed esperti puntano il dito contro G-Buster, un plug-in per il browser ampiamente diffuso in Brasile (dove si sono registrati i maggiori problemi) per la sicurezza nelle transazioni online e nell'home banking. Sul banco degli imputati è finito anche un software di Kaspersky Lab.

La nuova patch verrà installata automaticamente su tutti i PC con Windows Vista, Windows 7, Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2 che hanno abilitato il download automatico degli aggionnamenti.