Spazio e Scienze

Zinnie sulla ISS per preparare il terreno ai pomodori

Dopo la lattuga sulla Stazione Spaziale Internazionale partirà una coltivazione di Zinnie, un genere di piante con fiori molto colorati appartenente alla famiglia delle Asteracee. Il giardino fiorito dovrebbe sbocciare a inizio 2016 grazie all'esperimento che l'astronauta NASA Kjell Lindgren ha iniziato il 16 novembre .

Zinnia grandiflora 2
Zinnia grandiflora – Wikipedia

Il proposito è quello di verificare se le piante da fiori possano crescere nello Spazio. Come per la lattuga verrà usato Veggie, il sistema per la coltivazione delle piante spaziali. I fiori non forniranno cibo fresco agli astronauti, che proseguiranno con la loro dieta di preparati disidratati, ma le zinnie aiuteranno gli scienziati a capire come l'ambiente spaziale e la microgravità influiscono sulla crescita di una pianta.

Trent Smith, Veggie program manager al Kennedy Space Center, ha infatti spiegato in una dichiarazione ufficiale che coltivare le piante di zinnia contribuirà ad aumentare le nostre conoscenze sulla fioritura di piante all'interno del sistema di crescita Veggie, e sarà importante per la coltivazione di piante da frutto come i pomodori. Non solo: grazie alle zinnie sarà possibile verificare se il polline possa essere un problema a bordo della ISS, e se i fiori avranno un qualche impatto positivo sul morale dell'equipaggio.

dsc9303 21 t
Veggie

Il sistema Veggie utilizza luci a LED rosso, blu e verde per simulare la luce del Sole. Lindgren ha attivato il sistema idrico e i nutrienti e controllerà la crescita delle piante durante i prossimi 60 giorni. Se tutto andrà per il meglio nel 2017 partirà la prima coltivazione di pomodori.