bonus mobilità

Bonus mobilità: fino a 500 euro per biciclette e monopattini elettrici!

Il Consiglio dei ministri ha approvato il cosiddetto “Decreto Rilancio, un decreto legge che prevede l’erogazione di 55 miliardi di euro per famiglie e imprese (e non solo). La nuova delibera (precisamente all’Art. 205) contiene un pacchetto di misure per la mobilità sostenibile, che consente di ottenere un bonus mobilità da un fondo da 120 milioni di euro, per l’acquisto di biciclette e monopattini elettrici.

Vista l’emergenza economica e sanitaria che ha colpito il nostro sistema, e la stringente misura di non creare assembramenti negli spazi pubblici, l’obiettivo del Governo è quello di alleggerire il flusso di persone sui mezzi pubblici (metro, tram e pullman) e di decongestionare quanto più possibile il traffico cittadino, soprattutto nelle ore di punta.

In questo articolo abbiamo riassunto tutte le novità della mobilità sostenibile del cosiddetto “Decreto Rilancio”, in modo che possiate sapere come funziona, a chi è rivolto e le iniziative chiamate “Casa Avanzata” e “Bike Lane”.

N.B.: Il suddetto articolo è stato aggiornato al 16 settembre 2020. Seguiranno altri aggiornamenti in vista delle nuove disposizioni ministeriali.

Bonus mobilità, tutte le novità del “Decreto Rilancio”

Come funziona il bonus mobilità?

Il bonus mobilità per biciclette e monopattini elettrici, innanzitutto, consente di abbattere parzialmente il costo di una bicicletta oppure di un monopattino, sia elettriche che tradizionali (in questo caso, solo per le bici). Il valore del bonus è pari al 60% del costo d’acquisto e fino ad un massimo di 500 euro. Gli interessati possono richiederlo entro il 31 dicembre 2020, e questo incentivo è retroattivo dal 4 maggio 2020.

Facciamo un esempio pratico. Se una bicicletta elettrica costasse 1000 euro, il bonus avrebbe un valore pari a 600 euro, che scendono però al massimale di 500 euro, di conseguenza l’acquirente pagherebbe solo 500 euro. Lo stesso discorso vale per i monopattini elettrici, quindi da un ipotetico costo di 300 euro, l’acquirente riceve un bonus di 180 euro, pagando effettivamente solo 120 euro.

Quali sono i requisiti per accedere al bonus?

Il Bonus mobilità è indirizzato a tutti i cittadini maggiorenni che hanno la residenza nei Capoluoghi di Regione, nelle Città Metropolitane, nei Capoluoghi di Provincia e in tutti i Comuni con più di 50.000 abitanti. Come specificato, questa iniziativa consente di acquistare biciclette tradizionali (oppure muscolari), biciclette a pedalata assistita, monopattini elettrici, mezzi elettrici per la micro-mobilità individuale (come segway e hovearboard) e abbonamenti a servizi di sharing (non di autovetture).

Per quanto concerne i servizi di sharing, questo bonus consente di ottenere un abbonamento Helbiz in grado di garantire l’utilizzo illimitato di eBike e monopattini elettrici in alcune città (Milano, Roma, Torino e Verona). L’abbonamento ha un costo di 29,99 euro al mese per corse da 30 minuti con 20 minuti di pausa tra una corsa e l’altra. Non ci sono costi penali per la disdetta.

Come se non bastasse, il Decreto in questione permette di ottenere un secondo buono, esistente e cumulabile con il primo, che permette di ottenere 1500 euro oppure 500 euro per la rottamazione di autovetture fino alla classe Euro 3 oppure motocicli fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 a due tempi. Il buono sarà erogato nei comuni interessati, ed è possibile utilizzarlo entro i tre anni successivi all’acquisto dei mezzi elettrici compatibili, mentre la rottamazione deve avvenire entro il 31 dicembre 2021.

Casa Avanzata e Bike Lane

Il Decreto Rilancio, come già detto, interviene anche nel Codice della Strada, aggiungendo due novità sulla circolazione. La prima è la cosiddetta “Casa Avanzata”, che rappresenta una nuova linea d’arresto dedicata a bici, eBike e monopattini elettrici, e verrà posizionata 3 metri più avanti rispetto a quella dedicata ad autoveicoli e motocicli. Questa novità è valida soltanto per le strade che hanno una corsia di lunghezza di almeno 5 metri e con un limite di velocità non superiore ai 50 km/h.

La  seconda novità della nuova delibera, inoltre, introduce il concetto di Bike Lane, oppure “corsia ciclabile”. In buona sostanza si tratta di una corsia delimitata da una striscia bianca discontinua, che sarà posizionata nella parte destra della corsia di marcia. La Bile Lane è parte integrante dell’ordinaria corsia veicolare, con destinazione della circolazione dei velocipedi, che permetterà di migliorare la circolazione di tutte le tipologie di veicoli. Bisogna specificare che, nonostante fosse ad uso esclusivo dei velocipedi, questa corsia può essere valicata da altri veicoli in caso di necessità.

Come funziona? Come richiedere il rimborso?

Secondo le recenti disposizioni ministeriali, il bonus è erogato momentaneamente sotto-forma di rimborso. Nella fattispecie, chi acquista un monopattino o una bici elettrica dovrà conservare la fattura (lo scontrino non è sufficiente per l’erogazione del bonus), e successivamente richiedere il rimborso con le proprie credenziali SPID sull’applicazione web che sarà disponibile sul sito del Ministero dell’Ambiente, a partire dal prossimo 5 novembre 2020. Quando sarà pronta la piattaforma web, sarà possibile generare un buono elettronico da consegnare ai rivenditori autorizzati per sfruttare il suddetto contributo. In quest’ultimo caso bisogna soltanto pagare la differenza tra l’importo totale e quella coperta dal bonus.

Vista la retroattività di questa normativa, vi consigliamo caldamente di non perdere la fattura per tutti quegli acquisti successivi al 4 maggio 2020. In questo modo, potete ottenere un rimborso dal valore pari al 60% dell’importo pagato, e fino ad un massimo di 500 euro.

Per richiedere il bonus è necessario, dunque, seguire due semplici linee guida, vale a dire:

  • Chi ha già effettuato l’acquisto dovrà caricare la fattura fiscale sul portale ministeriale, che consentirà dunque di ottenere il cosiddetto bonus mobilità
  • Chi deve ancora procedere all’acquisto di un prodotto compatibile con il bonus, potrà ricevere il voucher in negozio oppure dal sito del Ministero dei Trasporti.

Dove acquistare?

Negozi fisici

Gli interessati possono sfruttare il bonus mobilità nei negozi fisici, come già specificato in precedenza. Infatti, prima dell’acquisto, bisogna specificare al venditore di emettere una fattura che specifichi dunque l’acquisto di un monopattino o bicicletta elettrica. Successivamente, e fino a nuovo ordine, sarà necessario conservare la ricevuta e richiedere il bonus nel portale del Ministero dell’Ambiente (non ancora attivo, ma lo sarà presto ndR).

Negozi online

Il bonus in questione è anche compatibile con gli acquisti effettuati nei negozi online, ma sarà necessario (come da prassi) richiedere una fattura fiscale e al tempo stesso allegare il proprio Codice Fiscale. I più importanti store e-commerce hanno aggiornato i propri listini con una serie di linee-guida per facilitare l’erogazione del bonus e, soprattutto, per non creare confusione. Al giorno d’oggi, sono Amazon, MediaWorld, Euronics ed Unieuro.

Come specificato nell’immagine in alto, i passaggi da compiere sono quattro, vale a dire:

Cosa acquistare?

Per facilitare la scelta sui tantissimi modelli presenti a mercato abbiamo creato dei contenuti per indicarvi i migliori modelli e accessori da acquistare in modo sfruttare in parte o totalmente il bonus mobilità 2020.

» Clicca qui per consultare le offerte di mobilità elettrica