Auto

Cashback, il rimborso vale anche per il rifornimento di carburante

Al via da oggi Extra Cashback di Natale, prima iniziativa del piano “Italia Cashless” con cui il Governo punta ad incentivare i pagamenti elettronici e, conseguentemente, modernizzare il Paese favorendo lo sviluppo di un sistema più digitale e veloce. Il piano prevede un rimborso pari al 10% per tutti i beni acquistati tramite carte di credito o debito e app, in tutti gli esercizi commerciali presenti sul territorio italiano. Il cashback del governo parte pertanto in via sperimentale sotto il periodo natalizio per poi proseguire nel 2021 e nel 2022. 

Una grande notizia arriva per tutti i possessori di un’auto che potranno usufruire del servizio, riducendo leggermente i costi di rifornimento. Secondo alcune conferme giunte da Palazzo Chigi, difatti, si potrà usufruire del cashback anche per le spese sostenute presso i distributori di carburante.

Limiti e condizioni

L’importo massimo rimborsabile stabilito è di 150 euro complessivi, a fronte di un minimo di 10 pagamenti effettuati dall’8 al 31 dicembre con carte di credito o debito, bancomat, e tramite apposite app come Satispay e Nexi. Tuttavia, ogni transizione prevede un rimborso massimo di 15 euro.

Una volta terminata la fase sperimentale, che si concluderà dunque il 31 dicembre, il piano Italia Cashless sarà attivo fino a giugno del 2022. I rimborsi saranno semestrali con un piano che si protrarrà per i tre semestri successivi, ovvero luglio 2021, gennaio 2022, luglio 2022. Oltre a ciò, a partire da gennaio a cambiare saranno alcune regole: difatti per ottenere il rimborso le operazioni da effettuare dovranno essere almeno 50 a semestre; non ci sarà un importo minimo di spesa, con possibilità di ottenere rimborsi fino a 300 euro l’anno.

Il Governo ha inoltre pensato ad un supercashback che dal 2021 prevede l’erogazione di 1.500 euro ai 100 mila cittadini che avranno effettuato il più elevato numero di transazioni nel periodo stabilito. Il relativo rimborso verrà conseguentemente effettuato alla fine del semestre di riferimento.

“Ogni piccola spesa quotidiana può diventare un guadagno”: È quanto spiega il Governo nel piano di incentivazione confermando dunque che anche sulla spese relative al rifornimento dell’auto sarà possibile ottenere un rimborso del 10%.

Come ottenere il cashback?

Chiunque voglia partecipare all’iniziativa dovrà installare l’app Io sul proprio smartphone iOS o Android. Una volta scaricata l’app, ci si dovrà registrare mediante l’ausilio della carta d’identità elettronica (CIE) o del nuovo sistema d’identificazione Spid. L’app richiederà l’inserimento di alcuni dati personali tra cui numero della carta di credito e Iban del proprio conto corrente, sul quale verranno poi effettuati gli accrediti.