Auto

Corvette elettrica: cambio manuale e 800CV bastano?

Genovationcars è riuscita a creare la Corvette più controversa di sempre, la GENOVATION GXE, una Corvette con due silenziosi motori elettrici al posto del classico V8. Inoltre è stato modificato il cambio manuale a 7 velocità per funzionare anche con la propulsione elettrica.

I due motori elettrici sono stati forniti dalla AMRacing, questi propulsori producono 800cv e 700nm di coppia. Il tutto è alimentato da un pacco batteria “molto moderno” da 61.6kWh. Dal momento che la modifica viene fatta “aftermarket”, è peculiare il mantenimento del gruppo cambio/trasmissione, infatti la cavalleria viene trasmessa ad un inusuale cambio manuale a 7 marce o ad un opzionale cambio automatico a 8 rapporti, “ovviamente” alle ruote posteriori…

L’auto ha un’autonomia di soli 280km, giustificati dal concepimento per le prestazioni e non per l’efficienza. Le batterie sono fornite da Lithos Energy e l‘auto racchiude molta fibra di carbonio, come gli elementi aerodinamici e i cerchi in carbonio monoblocco forniti da Australian Carbon Revolution Wheels, la stessa azienda che realizza i cerchi della Ford GT.

Esteticamente la macchina rimane identica alla Corvette di serie, a parte per i fanali di coda che riprendono modelli precedenti e appendici aerodinamiche in materiale composito. Internamente troviamo un nuovo sistema audio JBL a 10 altoparlanti e uno schermo touch screen verticale molto simile a quello adottato da Volvo.

La Genovationcars prevede di convertirne solo 75 e ciascuna avrà il prezzo di 750.000 dollari, da aggiungere al prezzo di acquisto della Corvette Grand Sport. L’azienda mira ovviamente ad una clientela che non si fa problemi a spendere soldi per una preparazione. Raggiunto quasi il milione di dollari rimane da chiedersi se sarà un buon affare.