Ferrari elettrica, ecco come potrebbe essere dal vivo

La Ferrari elettrica arriverà e la conferma è già stata data nei mesi scorsi, ma a quale segmento apparterrà?

Avatar di Luca Rocchi

a cura di Luca Rocchi

Managing Editor

Ferrari sta lavorando per preparare il suo primo veicolo elettrico a batteria per la produzione nel 2025. Attualmente, poco si sa dell'auto, ma i rendering (non ufficiali) presentati offrono una possibile direzione progettuale che potrebbe seguire se decidesse di trasformare il suo primo veicolo elettrico in un Grand Tourer.

Questo progetto è stato realizzato dai designer Alban Larailler e Alexandre Bernini, entrambi studenti del quinto anno di design in Italia. L'auto è stata ribattezzata Ferrari Alto e sembra promettere un'esperienza più coinvolgente rispetto a un normale veicolo elettrico a batteria, rendendola più in linea con il prestigioso badge del Cavallino Rampante.

La prima elettrica di Ferrari non sarà una supercar
Uno degli aspetti più intriganti della vettura è la sua parte anteriore. Sotto la griglia si nasconde un rivestimento unico attorno al motore elettrico che, a seconda della velocità, trasforma l'auto in una sorta di strumento musicale ad aria. Anche se forse non evoca le stesse sensazioni di un possente V12 aspirato, questa caratteristica si rivela certamente affascinante.

Dal punto di vista estetico, l'Alto si discosta notevolmente dagli attuali modelli Ferrari. La parte anteriore è estremamente affilata, con uno splitter pronunciato e una barra luminosa a LED che percorre tutta la larghezza della fascia. 

Particolarmente suggestiva è la parte posteriore, dove spiccano una barra luminosa a LED, luci posteriori a LED individuali e una terza luce di stop ispirata alla F1, collocata appena sopra l'audace diffusore.

Ferrari continua a mantenere un profilo discreto riguardo al suo primo veicolo elettrico e probabilmente continuerà a farlo finché non sarà pronta a svelarlo al mondo. Alla fine dell'anno scorso, il CEO dell'azienda, Benedetto Vigna, ha rivelato di aver già guidato un prototipo del veicolo elettrico. Nel 2023 è emerso anche che Ferrari aveva depositato un brevetto per un intrigante "dispositivo di riproduzione" del suono, capace di amplificare il suono del motore elettrico e diffonderlo attraverso un altoparlante situato vicino all'asse posteriore.