Auto

Ford, automobile autonoma senza volante o pedali nel 2021

Ford ha fissato la data del 2021 per il debutto di veicoli completamente autonomi privi di volante o pedali. L'automobile, inizialmente, sarà destinata a settori specifici come quello del trasporto di persone (Uber, ecc.) e del car sharing, non al pubblico.

ford autonoma 03

L'azienda statunitense sta lavorando con diverse startup. Ford sta collaborando con Velodyne, che realizza sensori LIDAR, ma anche Nirenberg Neuroscience, realtà che ha messo a punto una tecnologia chiamata "virtual retina". La casa automobilistica ha inoltre fatto un investimento in Civil Maps, impegnata nel settore delle mappe 3D, e ha acquisito SAIPS, startup israeliana che realizza software per machine learning e computer vision.

ford autonoma 01

Ford sta inoltre espandendo il suo centro di ricerca e innovazione a Palo Alto e ha intenzione di raddoppiare la dimensione del team che lavora all'auto autonoma entro la fine dell'anno prossimo. Al momento l'azienda non è ancora pronta mostrare un veicolo o dire come sarà, ma ha già messo in chiaro che sarà più costoso di quelli tradizionali per via dei sensori e della potenza di calcolo installata a bordo.

ford autonoma 02

L'obiettivo è costruire un'auto con livello di automazione SAE Level 4, che darebbe all'auto la possibilità di gestire tutti gli aspetti della guida, anche se limitatamente a certe aree approvate. L'auto, per esempio, potrebbe essere limitata al funzionamento solo su alcuni percorsi.

"Nel caso di un servizio di trasporto di persone potete immaginare un ambiente definito o un'area abbastanza ampia da portare un cliente dal centro di una città all'aeroporto", ha spiegato Ken Washington, VP of Research and Advanced Engineering di Ford.

Nei prossimi 5 anni, oltre a lavorare su hardware e software, Ford e il resto dell'industria dovranno convincere i governi a legiferare in modo che sia possibile portare questi veicoli su strada. In tal senso Ford, Google e Uber hanno unito le forze all'inizio di quest'anno per fare lobbying (pressione) sul Congresso degli Stati Uniti.