Auto

George Hotz ha la soluzione per hackerare le nostre auto

George Hotz, meglio noto come GeoHot, è un hacker che deve alla sua fama quando da ragazzino riuscì a trovare un modo per applicare il jailbreak all'iPhone. Ma gli hacker, si sa, non si fermano mai e così, dopo la chiusura del suo progetto Comma.ai per sviluppare un kit di intelligenza artificiale per tutte le auto, dopo essere stato richiamato all'ordine dalle autorità USA, torna alla carica e ci riprova con Panda e Cabana, due soluzioni hardware/software per consentire a chiunque di hackerare la propria auto.

1 UfvsgwapNIg4fpO0iz3xBg
Schema del Panda

Panda è un dispositivo che integra in una sola porta 3 CAN, 2 LIN e 1 GMLAN, mentre dall'altro lato offre connessione USB e Wi-Fi e può anche ricaricare lo smartphone. Il suo scopo è interfacciarsi alla porta OBDII delle auto (è compatibile con tutti i modelli realizzati dal 1996 in poi) per ottenere un controllo completo sui parametri del motore e degli altri sistemi, compresa la diagnostica.

Per registrare tutti i dati a cui si può avere accesso tramite Panda c'è poi Chffr, essenzialmente un'app che consente di trasformare gli smartphone in una dashcam connessa al cloud, che può essere utilizzata per memorizzare filmati di ciò che si vede all'esterno dell'auto (utile in caso di incidente) ma anche addestrare le auto a guida autonoma. In abbinamento a Panda Chffr può però memorizzare anche i vari dati letti dai sensori all'interno dell'auto. Ovviamente però avere accesso a tutti i dati e poterli salvare non garantisce la possibilità di intervenire sull'auto ed è qui che entra in gioco Cabana.

cabana JPG
Esempio di Cabana. Da sinistra: i segnali dell'auto, i segnali che stiamo editando e i grafici di ciascun segnale

Quest'ultimo infatti è uno strumento per la lettura e l'interpretazione dei dati memorizzati da Chffr. Oltre che con Chffr inoltre Panda è compatibile anche con:

  • pandacan, una libreria che consente di dialogare con l'auto collegando il PC e utilizzando il linguaggio Python
  • SocketCAN, lo standard Linux per le interfacce CAN e che permette a Panda di lavorare con tutti i suoi strumenti e le utility, compreso Wireshark.
Cattura JPG
Una schermata di FreeDBC

Infine Hotz ha sviluppato anche il repository OpenDBC, un database che consente di salvare e condividere i file con tutti gli altri utenti nel mondo. La cosa più notevole però è che tutto questo viene proposto a un costo irrisorio, appena 88 dollari, quelli necessari ad acquistare Panda cioè, ottenendo anche l'accesso a Cabana. Chffr può essere scaricato gratuitamente per Android o iOS mentre infine OpenDBC è già integrato in Cabana. Ovviamente tutto ciò non è pensato per ciascun utente ma solo per appassionati (ed esperti) di auto e hacking, che sanno cosa stanno facendo. Tutti gli altri è meglio che si astengano dal manomettere i parametri della propria automobile.


Tom's Consiglia

Col volante Logitech G29 non hackererete la vostra auto ma vi potrete certamente divertire senza rischi con tutte le auto del vostro videogioco preferito.