Auto

Gorilla Glass sulle auto per ridurre consumi e rumore

I Gorilla Glass, i vetri hi-tech montati da smartphone, tablet e TV, potrebbero sbarcare presto sulle auto. Secondo il vice presidente di Corning, Jeffrey Evenson, i modelli di ultima generazione consentirebbero il mantenimento degli standard di sicurezza a fronte di pesi più contenuti.

In pratica i veicoli potrebbero pesare meno e centralizzare più in basso le masse, migliorando di conseguenza l'autonomia. Evenson ieri ha parlato proprio di tutti questi potenziali durante il MIT Technology Review Mobile Summit di San Francisco.

Gorilla Glass

Ovviamente è conscio del fatto che la riduzione percentuale dei consumi sarebbe strettamente correlata alla dimensione del parabrezza, lunotto e finestrini usati. L'opinione del dirigente è che entro il prossimo anno almeno un'auto al top di gamma farà uso di Gorilla Glass, poiché migliora anche la silenziosità dell'abitacolo.

Corning è in grande espansione, prova ne sia che non solo sta pensando all'automotive ma anche al settore sanitario. Ad esempio è in attesa nei prossimi mesi della certificazione "antimicrobica" della U.S. Environmental Protection Agency per una linea di nuovi vetri. Insomma, si parla di supporti vetrosi in grado di uccidere microrganismi o comunque inibirne la crescita. "I batteri vengono cancellati", ha spiegato il dirigente. "Il numero di germi su uno smartphone supera il numero di germi in un bagno pubblico. Pensiamo che ci potrebbe essere un grande mercato"

Il prodotto più vicino alla distribuzione comunque è Willow Glass, la prima generazione flessibile come la plastica e sottile come un foglio di carta, pur mantenendo la resistenza e la stabilità del vetro.