Trasporti

Jet militare Lockheed Martin da Mach 6 con Scramjet

Lockheed Martin sta sviluppando il primo jet militare al mondo capace di volare a Mach 6. Per risalire a una velocità simile bisogna tornare ai pionieri del volo, esattamente al 1967 quando l'aereo razzo sperimentale X-15 raggiunse Mach 6,70 (7274 km/h). Da allora hanno raggiunto velocità record – comunque il 50%  inferiori, se non di più – solo il BlackBird, il Mig 25, il Mig-31, l'F-15 e pochi altri.

htv 3xt
HTV-3X concept

L'AD del colosso statunitense, Marillyn Hewson, martedì scorso ha annunciato un grande salto tecnologico sul fronte ipersonico. Ha parlato di un progetto di jet militare capace di raggiungere Mach 6 con una configurazione a bassa resistenza aerodinamica che dovrebbe influenzare positivamente la capacità di manovra. "Dimostreremo che un aero ipersonico può essere prodotto a un prezzo conveniente. Stimiamo un costo di 1 miliardo di dollari per lo sviluppo, la costruzione e il volo di un 'dimostratore" delle dimensioni di un F-22", ha scritto nella nota ufficiale Hewson. 

scramjet
Scramjet

Lockheed Martin non ha svelato ancora alcun dettaglio tecnico ma ha confermato di aver trovato una soluzione ai problemi di stabilità dei motori "scramjet", la nuova tecnologia di riferimento per l'intero settore. La base di partenza è l'HTV-3X (Blackswift) del DARPA Falcon Project, un prototipo di aereo ipersonico senza pilota che ha visto la collaborazione di Skunk Works della Lockheed, Boeing e ATK. 

HTV-3X
HTV-3X

Per l'erede si parla di nuovi sistemi di protezione termica, aerodinamica all'avanguardia, miglioramenti per i controlli di volo e capacità di comunicazione potenziata a lungo raggio. "Questa tecnologia potrà consentire anche i voli ipersonici con passeggeri, e un accesso più facile allo spazio", ha aggiunto l'AD. "Sono fiduciosa del fatto che Lockheed Martin abbia la competenza tecnica per farlo accadere". Per altro il noto contractor statunitense ha già vinto un finanziamento da 20 milioni di dollari della NASA riguardante il settore aerospaziale civile.

Lockheed Martin prevede un periodo di sviluppo che dovrebbe scadere negli anni 2020 e l'entrata in servizio del primo velivolo dopo il 2030. Non è chiaro se sia previsto il pilotaggio umano, ma considerate le prestazioni raggiungibili avere un uomo a bordo sarebbe solo un limite a ogni attività.