L'autonomia delle elettriche cala del 30% in inverno secondo un nuovo studio

I climi più rigidi possono compromettere l'autonomia reale, soprattutto se si installano gomme invernali.

Avatar di Luca Rocchi

a cura di Luca Rocchi

Managing Editor

Le auto elettriche, sempre più presenti sulle strade, affrontano sfide significative durante le temperature più basse, secondo nuovi dati rilasciati da Recurrent Auto, un'azienda specializzata nell'analisi di veicoli elettrici. La questione chiave risiede nella chimica delle batterie, che subisce influenze negative a basse temperature, ostacolando il flusso ottimale di energia.

I dati, derivati da oltre 10.000 veicoli elettrici analizzati negli Stati Uniti mediante un sistema diagnostico di bordo di Recurrent Auto, evidenziano variazioni significative nelle prestazioni invernali di alcuni dei modelli più diffusi.

Il grafico principale mostra la perdita di autonomia a temperature gelide per 12 popolari auto a batteria negli Stati Uniti (e in parte anche in Europa), confrontando l'autonomia reale alla temperatura di guida ideale. Questo approccio differisce dai valori ufficiali EPA (il ciclo di omologazione americano e differente dal nostro WLTP) e si basa sull'autonomia media più alta osservata dalla comunità di conducenti Recurrent nelle condizioni ideali per ciascun modello.

Tra le sorprese emerse dai dati, la Volkswagen ID.4 ha registrato una diminuzione dell'autonomia invernale del 46%, pari a circa 200 km con una carica completa. Dall'altra parte dello spettro, l'Audi e-tron ha perso solo il 16% dell'autonomia a 0°C rispetto alla temperatura ideale.

Le Tesla Model Y, Model 3 e Model X hanno subito una diminuzione del 24%, mentre la Model S ha evidenziato un calo del 28% in termini di autonomia invernale. Importante sottolineare che questi dati sono relativi alle autonomie osservate in condizioni ideali e non corrispondono ai valori ufficiali EPA (o WLTP), che risultano essere più bassi.

In conclusione, cosa testimonia ancora una volta questo inusuale studio? L'autonomia delle elettriche non è così matematica e precisa da calcolare come per le più classiche endotermiche; la differenza tra percorrenza dichiarata (nel ciclo EPA o WLTP) e reale può subire variazioni importanti, così come quella tra reale in condizioni favorevoli (es batteria ad una temperatura bilanciata) e in situazioni più critiche (come in inverno, lo abbiamo analizzato in questo approfondimento).

1 miglio = 1,60934 chilometri, quindi 100 miglia sono 160 chilometri