Trasporti

Marina militare USA, slime per fermare le navi nemiche?

Le navi della Marina Militare degli Stati Uniti potrebbero presto utilizzare un cannone a slime sintetico per bloccare le navi avversarie o ad esempio quelle dei contrabbandieri. L'idea è mutuata dallo studio del sistema di difesa di una creatura anguilliforme, la missina, parte della famiglia delle lamprede, che se minacciata secerne un fluido altamente viscoso che a contatto con l'acqua di mare aumenta di centinaia di volte il proprio volume, andando a ostruire le fauci e le branchie di qualsiasi predatore, causando problemi respiratori.

Raccogliere e allevare le missine però è praticamente impossibile, per cui gli scienziati della Marina stanno cercando un modo per riprodurre artificialmente il composto cheratinoso che, per caratteristiche meccaniche, è in grado di sfidare la seta prodotta dai ragni. Per farlo si stanno utilizzando colture batteriche di Escherichia coli, che si sono dimostrate le migliori dal punto di vista della produzione in volumi grazie ai costi bassi e all'elevata capacità di sintesi della cheratina.

Una volta messo a punto, il cannone spruzzerebbe un getto di slime verso il sistema di propulsione delle navi avversarie, bloccando le eliche. Attualmente la Marina Usa utilizza già un sistema pneumatico che lancia una corda in materiale plastico che va ad avvolgersi attorno alle eliche, ma si tratta di una soluzione poco ecologica e difficile da rimuovere.

Lo slime artificiale invece è un biomateriale perfettamente degradabile in ambiente essendo composto unicamente da proteine, anche se dotate di caratteristiche meccaniche superiori a quelle di molti polimeri plastici, quindi il suo utilizzo non dovrebbe causare alcun inquinamento.


Tom's Consiglia

Dici slime e non puoi non pensare immediatamente a Ghostbusters. In questo steel book Blu-ray da collezionisti trovate i due episodi originali degli anni '80.