Tom's Hardware Italia
Tecnologia a bordo

Mostrato il chip per la guida autonoma di Tesla

Iniziata la distribuzione del chip Tesla pensato per la guida autonoma: installato su Model X e Model S (oltre che Model 3), ora manca solo il software.

Nel 2017 era stato rivelato che Tesla era a lavoro su un chip per le auto con guida autonoma; a ottobre 2018 Elon Musk aveva detto che mancavano massimo 6 mesi per vederlo. Sembra proprio che il suo CEO avesse detto la verità, in quanto sono comparse immagini e dati ufficiali su questo chip.

Questo chip che vedete in foto è già montato da circa un mese su Tesla Model S e Model X, mentre da 10 giorni sta uscendo anche su Model 3. Definito dallo stesso Musk il migliore chip nel mondo, esso è grande 260 millimetri quadrati e possiede 6 miliardi di transistor, circa 21 volte più performanti dei chip Nvidia (che venivano usati prima dall’azienda).

Il chip è stato prodotto da Samsung (sebbene sia stato ideato dall’azienda di Musk) ed è nato per gestire tutte le informazioni per la guida autonoma in modo veloce e efficiente. I dati di Tesla assicurano che questo chip potrà gestire 36 milioni di miliardi di operazioni al secondo (ognuno).

Ogni computer per la guida autonoma di Tesla possiederà due di questi chip, creando una ridondanza utile in caso di malfunzionamento. In questo modo, le probabilità che qualcosa vada male sono infime.

Ora, dice Musk, ogni Tesla avrà l’hardware necessario per la guida autonoma totale: adesso manca soltanto il software.