Auto

Silk EV e FAW, la joint venture prende forma nella Motor Valley

Motor Valley, la terra dove la passione prende vita: questo è lo slogan che riassume in poche parole la ricchezza della terra dei motori, l’Emilia-Romagna, dove negli anni si sono susseguite una gran quantità di aziende di altissimo livello, specializzate nella produzione di veicoli a 4 e 2 ruote. Molto presto nella zona sorgerà un nuovo polo produttivo – la cui posizione definitiva non è ancora stata definita – grazie alla collaborazione stretta tra il marchio cinese FAW, il più grande produttore cinese con oltre 90 miliardi di fatturato annuo, e Silk EV, la società americana specializzata in design e soluzioni ingegneristiche.

Si tratta di un accordo davvero importante, che prevede oltre 1 miliardo di euro di investimenti mirati ad avviare una produzione di auto elettriche e ibride plug-in di fascia alta sotto la guida di Walter De Silva, famoso designer italiano che ha ricoperto il ruolo di capo della divisione design di Volkswagen fino al 2015. I progetti saranno portati avanti in Italia, mentre la produzione avverrà sia presso il polo emiliano, sia presso quello cinese, a Changchun, già quartier generale di FAW.

Al lavoro di progettazione parteciperà anche Dallara, e secondo quanto afferma De Silva i lavori sul design del veicolo sarebbero già avviati; l’intento è quello di unire al meglio design e aerodinamica, per creare auto belle e funzionali. Il primo modello si chiamerà S9, e prenderà ispirazione da Porsche e Ferrari, con forme e linee senza tempo. Sarà poi seguito da modelli meno estremi, chiamati rispettivamente S7, S5 e S3.

Intervistato sull’argomento, il presidente di Silk EV Jonathan Krane si è detto molto orgoglioso di far parte di questa joint venture, dato che permetterà la creazione di una nuova gamma di auto elettriche, da quelle più lussuose e comode, a quelle sportive ad alte prestazioni in grado di offrire un’esperienza di guida unica. Secondo le parole di Krane, la serie S sarà precursore di una nuova era di lusso e mobilità sostenibile.