Auto

Superformance GT40, un’altra icona diventa elettrica

La Ford GT40 è un vero e proprio monumento del motorsport grazie ai successi in quel di Le Mans, oggetto di una recente (e romanzata) versione cinematografica con protagonista Matt Damon. L’auto simbolo delle competizioni anni ’60 sta per diventare il prossimo esperimento elettrico firmato Everrati e Superformance. La prima, britannica, si occupa di motori elettrificati mentre la seconda, americana, vanta anni di esperienza nella riproduzione di auto storiche.

Insieme, annunciano la Superformance GT40 come una vera e propria erede della Ford GT originale tanto da aver già ottenuto tutte le licenze del caso. Oltre a nome e marchio concessi da Ford, l’auto sarà presente nelle liste ufficiali sui modelli prodotti e nell’almanacco relativo alle vetture firmate Shelby. Tutto questo potrebbe suonare come un affronto ai puristi del motore a benzina, considerando che l’originale montava un classico V8.

Qui troviamo invece un impianto batterie da 46KW che garantisce circa 200 Km di autonomia e soprattutto 800 cavalli di potenza. Più del doppio rispetto al primo modello Ford GT, ma niente potrà sostituirne il celebre rombo. O forse sì? I produttori assicurano di poter imitare tutti i suoni del motore e della trasmissione tramite un software dedicato (che diffonde i rumori nella cabina). Simili soluzioni, viste in altre EV, non hanno sempre convinto ma aspettiamo ulteriori verifiche.

Tornando alle prestazioni dichiarate, abbiamo uno 0-100 attorno ai 4 secondi e ben 800 newton metri di coppia, da sempre punto forte dei motori elettrici. Tra le specifiche non manca il supporto alla ricarica rapida e varie modalità di guida o meglio soltanto due: sport e comfort. Sarà interessante vedere cosa intendono Everrati e Superformance per “comfort” visto che l’auto rimane un modello da corsa.

Inutile dire che il prezzo resta avvolto nel mistero ma probabilmente (visti i costi di produzione e il numero ridotto di esemplari) toccheremo somme milionarie. Questo e altri dettagli arriveranno in seguito, dato che il modello definitivo non è ancora pronto. Ma le prenotazioni, tramite contatto diretto sul sito ufficiale, sono già aperte nel caso siate interessati.