Auto

Tavares sulle auto elettriche, l’obiettivo è renderle accessibili

Sono numerose le case automobilistiche che stanno pian piano facendo grandi investimenti per introdurre sul mercato nuove vetture elettriche o plug-in. Nonostante l’ampliamento delle gamme sia ancora al principio, i progetti a lungo e breve termine sono pressoché numerosi.

Domande e perplessità da parte di PSA. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa britannica Reuters, Carlos Tavares guarda alle nuove tecnologie con scetticismo. Il CEO del gruppo PSA  avrebbe infatti dichiarato che le nuove auto elettriche non soddisfano i comuni consumatori ma, piuttosto, sembrerebbero essere acquistate solamente dai più fanatici della mobilità sostenibile. Sottolineando dunque che si tratta di un mercato piuttosto limitato.

Secondo quanto dichiarato dallo stesso, le principali motivazioni espresse riguarderebbero una serie di complessità e disagi, tra queste le limitate infrastrutture di ricarica presenti nel territorio, la scarsa autonomia delle auto e il prezzo della stessa elettricità. L’interruzione degli incentivi regionali e statali, uno dei problemi che va ad aggiungersi alla lista,  fa inoltre precipitare la domanda di auto elettriche.

PSA e la futura strategia. Sicuramente le dichiarazioni di Carlos Tavares non porteranno ad una retrocessione degli obiettivi posti fin ora ma, piuttosto, ad un ulteriore sviluppo al fine di rendere la mobilità elettrica più accessibile.

“L’obiettivo è che le vetture a zero emissioni  diventino accessibili entro il 2025. Attualmente stiamo vendendo le nostre nuove auto elettriche solamente ai fanatici della mobilità green”.

La casa automobilistica si concentrerà particolarmente sulla realizzazione di piattaforme modulari anziché architetture EV su misura cosi da poter ridurre anche i costi dei veicoli.