Tom's Hardware Italia
Auto

Volkswagen “e-up!”: cala il prezzo e aumenta l’autonomia

Volkswagen si prepara a rinnovare e-up in Germania con un abbassamento di prezzo e un incremento dell'autonomia fino a 260 Km.

A pochi giorni dall’annuncio première di ID 3, Volkswagen rinnova l’attuale offerta di vetture elettriche con un aggiornamento a e-up!. In Germania, mercato di riferimento del produttore tedesco, il prezzo base della citycar elettrica verrebbe abbassato da 27.000 euro a circa 22.000 euro. Nonostante l’abbassamento di prezzo sia un’iniziativa promettente, in particolare considerando la totale mancanza di vetture elettriche low cost, essa non è l’unica novità per il 2020.

Grazie all’avanzamento tecnologico nel campo dell’elettrochimica, e-up! verrà offerta con i nuovi pacchi batteria da 32.3 kWh. Rispetto alla soluzione preesistente, che vantava una capacità di 18.7 kWh, la nuova batteria può contare su di una maggiore autonomia a fronte delle medesime dimensioni, risparmiando al costruttore estensive modifiche al telaio della vettura.

L’incremento di capacità è direttamente proporzionale all’allungamento dell’autonomia, che raggiunge i 260 Km. Considerando che l’attuale versione offre circa 160 Km per ricarica, l’aggiornamento aumenterebbe l’appetibilità di e-up! come vettura utilizzabile quotidianamente. Tralasciando il consumo indotto dalla climatizzazione e dagli accessori di bordo, che a seconda del contesto possono ridurre sostanzialmente la carica disponibile, l’autonomia reale potrebbe essere sufficientemente alta da convincere definitivamente chi è in procinto di cambiare automobile.

Nessuna novità sul fronte della ricarica, che verrà effettuata con colonnine a corrente continua fino ad un massimo di 40 kW. Considerando l’autonomia pressochè raddoppiata e le specifiche di ricarica invariate, ci si aspetta che i tempi possano dilungarsi parecchio. A detta di VW, per completare un ciclo di ricarica fino all’80% e-up! impiega circa 60 minuti.

Il propulsore elettrico è il medesimo modulo da 83 cv (61 kW) che si trova su ogni e-up!, di conseguenza dal punto di vista delle performance e dei consumi la situazione dovrebbe rimanere invariata. Attualmente i più grandi margini di miglioramento si hanno investendo risorse nella ricerca di nuovi sistemi di accumulazione, motivo per cui non vi sono sostanziali novità nel mondo dei propulsori elettrici.

La riduzione di prezzo In Germania potrebbe riflettersi in un adeguamento del mercato italiano, anche considerando la presenza dell’ecobonus che ridurrebbe ulteriormente il prezzo di lancio a circa 17.000 euro, previa rottamazione dell’usato.