Ibride e Elettriche

Vuoi usare la guida autonoma? Prima devi superare un test

Il tema della guida autonoma (o semiautonoma) è un argomento piuttosto caldo anche in seguito dei numerosi sinistri che si sono registrati negli ultimi mesi; se da un lato la tecnologia ha permesso di schivare eventuali incidenti e quindi salvare vite umane, dall’altro sempre più spesso leggiamo di notizie tragiche. Come diffuso dai media cinesi, e giunto solo ora alle nostre cronache, lo scorso 13 agosto l’imprenditore cinese Lin Wenqin è stato vittima di un incidente mortale mentre era alla guida della sua NIO ES8 in autostrada.

Le prime ricostruzioni suggeriscono che, nonostante il sistema Navigate on Pilot (NOP) fosse attivo, l’auto avrebbe violentemente tamponato un altro veicolo causando un incidente mortale. Oltre al danno d’immagine e alle relative indagini, il costruttore cinese è stato anche accusato di aver manomesso i dati del veicolo. L’accusa è giunta in seguito ad una ipotetica manomissione di un impiegato di NIO che avrebbe armeggiato con alcuni comandi subito dopo l’incidente.

La società ha negato qualsiasi intervento e la vicenda è tutto fuorché risolta: le indagini sono ancora in corso e solo nelle prossime settimane sapremo davvero come sono andate le cose. Nel frattempo NIO ha dovuto prendere una serie di contromisure per assicurarsi che un eventuale utilizzatore si in grado e nella piena facoltà di assistere al sistema di guida autonoma. Un test che ripeterebbe tutte le condizioni e modalità di utilizzo, così da educare maggiormente l’utenza. Alcuni video mostrano le funzionalità di NOP e specificano chiaramente che non si tratta di un vero sistema di guida autonoma e che quindi il guidatore deve rimanere costantemente vigile e presente.

Il quiz presenta quindi 10 domande a scelta multipla alle quali gli utenti devono rispondere correttamente: qualora il test sia 100% completo, si riceveranno 200 crediti NIO e avranno accesso al sistema Navigate on Pilot, che è essenzialmente l’equivalente di NIO all’Autopilot di Tesla e al SuperCruise di GM.