Manager

Acquisti online: cambiano le abitudini degli italiani

Sono 100 milioni gli acquisti effettuati online dagli italiani nei primi sei mesi del 2014, di cui 56 milioni sono relativi a prodotti fisici, mentre 44 milioni sono relativi a beni e servizi digitali.

È uno dei dati di una dettagliata analisi condotta da Netcomm e Human Highway, in collaborazione con tre protagonisti del commercio elettronico: Banzai, Postecom e QVC. "Net Retail – Il ruolo del digitale negli acquisti degli italiani", la rilevazione relativa al secondo trimestre 2014, che è stata combinata con quella del primo trimestre, è stata realizzata analizzando un campione di 2.929 casi.

Le donne online sono più esigenti degli uomini

Innanzitutto, la conferma che il numero dei cosiddetti e-shopper (coloro che hanno effettuato almeno un acquisto online) sta progressivamente aumentando, avendo raggiunto quota 21,4 milioni nei primi sei mesi dell'anno. Mentre, gli acquirenti abituali (quelli che comprano qualcosa almeno una volta al mese) sono 10 milioni, aumentati di oltre il 26% nell'ultimo anno.

Altri dati interessanti sono il 20,5% di acquisti effettuati tramite una app e la crescente familiarità con i servizi online da parte di oltre metà della popolazione italiana maggiorenne. Una familiarità che si accompagna a una certa "fidelizzazione": per il 56,4% gli acquisti online sono finalizzati attraverso siti su cui si era già comprato in precedenza.

Non stupisce, inoltre, che il Web influisce anche gli acquisti in negozio per il 25% circa, come rivela Roberto Liscia, presidente di Netcomm. Secondo quest'ultimo, il dato più sorprendente riguarda l'accelerazione negli acquisti che si è registrata con l'arrivo dell'estate, non a caso con il turismo e i viaggi a farla da padrone.

Per tutti i risultati della ricerca, per esempio le differenze tra donne e uomini online, rimandiamo all'approfondimento: "eCommerce: come gli italiani comprano online".