IT Pro

CA aggiorna l’Identity e Access Management

CA ha annunciato l'imminente rilascio di una serie di nuove funzionalità nell'ambito della propria offerta di soluzioni per la gestione degli accessi e delle identità (o IAM, dall'acronimo inglese Identity and Access Management).

Le novità, stando a quanto dichiarato dai responsabili della società, permetteranno di migliorare la sicurezza e il livello di soddisfazione dell'utente finale, aiutando nel contempo a proteggere mobilità e utilizzo del cloud computing nell'impresa.

Le nuove versioni di CA AuthMinder e CA RiskMinder comprendono funzionalità che promettono di migliorare la verifica dell'identità e di affinare le valutazioni dei rischi per l'utilizzo in mobilità, riducendo al tempo stesso il rischio di frodi nelle transazioni.

CA DataMinder estende la protezione dei dati e il controllo a svariati contesti di utilizzo di didpositivi mobili e cloud computing.

Inoltre, una nuova versione di CA ControlMinder fornisce una migliore scalabilità e una maggiore integrazione con CA Session Recording, per una gestione semplificata delle regole di sicurezza e degli utenti. L'ultima versione di CA SiteMinder potenzia anche le funzioni di single sign-on (SSO) e social networking.

Mike Denning, senior vice president e general manager della business unit Security di CA Technologies, dichiara: "I numerosi aggiornamenti dell'offerta IAM sono atti a fornire alle organizzazioni il controllo, la protezione e la flessibilità necessari per salvaguardare il perimetro aziendale in continua espansione con un impatto minimo sugli utenti finali".

CA Advanced Authentication fornisce metodi di autenticazione forte multifattore, basati sul rischio, per aiutare le aziende a proteggere le identità, evitare le violazioni della sicurezza e prevenire le frodi.

Tra le molte novità, ricordiamo la firma sicura delle transazioni in CA AuthMinder e migliorie alla gestione delle credenziali e loro eventuale blocco con il modulo CA ArcotID.

In CA RiskMinder, invece, migliora la capacità di rilevamento dei dispositivi mobile e conseguente applicazione delle security policy.

Infine, tra le migliorie introdotte in CA DataMinder, i tecnici di Ca evidenziano il supporto delle funzioni di protezione dei dati per servizi cloud e in mobilità. In particolare, il supporto di una collaborazione sicura sui file, grazie all'uso di intelligenti funzioni di sicurezza data-centriche per vendor di soluzioni di sincronizzazione e condivisione sicura dei file quali Dropbox, SkyDrive, Box e Google Drive.