Tom's Hardware Italia
Mercato

DHL Global Forwarding presenta il report “Digital Twins for Logistics”

In occasione dell’Internet of Things Day che si è svolto presso l’Innovation Center in Germania a fine giugno, DHL Global Forwarding ha presentato un nuovo report dal titolo “Digital Twins in Logistics”. Si tratta di un’analisi dei vantaggi offerti dall’IoT in ambito logistico. A essere interessata è in maniera diretta DHL, che investe costantemente in […]

In occasione dell’Internet of Things Day che si è svolto presso l’Innovation Center in Germania a fine giugno, DHL Global Forwarding ha presentato un nuovo report dal titolo “Digital Twins in Logistics”.

Si tratta di un’analisi dei vantaggi offerti dall’IoT in ambito logistico. A essere interessata è in maniera diretta DHL, che investe costantemente in R&D per offrire servizi all’avanguardia.

Il punto è che il modo in cui le aziende progettano, monitorano e gestiscono le loro risorse sta rapidamente cambiando, e tra le novità del settore c’è l’implementazione dei Digital Twins.

Parliamo di modelli digitali, vere e proprie rappresentazioni della realtà, creati per testare prodotti ed evitare errori, riducendo drasticamente le tempistiche e perfezionando i servizi offerti. Se applicati ai macchinari, i Digital Twins possono ottimizzare i processi e “prevedere” il futuro. Qualcosa di molto simile alla predictive analysis.

“Il mercato dei Digital Twins dovrebbe aumentare di oltre il 38% ogni anno, superando i 26 miliardi di dollari entro il 2025” ha spiegato Matthias Heutger, Senior Vice President, Global Head of Innovation & Commercial Development DHL.

Proseguendo: “L’attuale concetto di supply chain è destinato a cambiare, grazie a una serie di opzioni per facilitare il processo decisionale e la collaborazione basati sui dati, flussi aziendali semplificati e nuovi modelli di business”.

Tanti i possibili risvolti positivi del digital twins pensiamo al packaging, alla combinazione di dati di prodotto e imballaggio, che potrebbe aiutare le aziende a migliorare l’efficienza, magari automatizzando la selezione e le strategie di imballaggio dei contenitori per ottimizzare l’uso e la protezione del prodotto.

Se dati dettagliati e in tempo reale sui modelli aiuteranno i produttori a perfezionare e migliorare i loro progetti, i processi di produzione saranno più rapidi e flessibili.

“Per questo lavoriamo a stretto contatto con i partner coinvolti lungo la catena del valore” – aggiunge DHL – e rispondere alle sfide e opportunità che si prospettano in campo logistico”