Software & Hardware

Fujitsu presenta la nuova generazione di server Primergy M6

Fujitsu ha introdotto un nuovo tassello per la Data-Driven Transformation. I miglioramenti apportati ai sistemi dual-socket Fujitsu Server Primergy mettono a disposizione un’elevata potenza di calcolo nel cuore delle architetture per la trasformazione digitale.

I nuovi server Primergy saranno disponibili in Italia attraverso Finix Technology Solutions. L’arrivo della nuova generazione PRIMERGY M6 imprime una accelerata alle prestazioni dei servizi di Data-Driven Transformation proposti da Fujitsu, in particolare consente ai clienti di creare una architettura dati.

I modelli introducono caratteristiche innovative, come Enterprise and Datacenter SSD Form Factor (EDSFF), e raddoppiano le prestazioni di input/output (I/O) disponibili.

«Questi miglioramenti esaltano la capacità dei server Primergy M6 di creare una piattaforma flessibile e dinamica per un’architettura software-defined, iperconvergente, container-based oppure ibrida.

I nuovi sistemi garantiscono inoltre ai clienti un’infrastruttura scalabile, in grado di rispondere alle future esigenze non ancora pianificate» dice l’azienda.

I server Primergy M6 si basano sui processori Intel Xeon Scalable di terza generazione e sono dotati di memoria persistente Intel Optane 200 Series.

Fujitsu

Disponibili in tre modelli, a partire dagli standard RX (rack), predisposti per la virtualizzazione dei data center, la collaborazione, i workload tradizionali e i database in-memory.

I modelli GX, orientati alle prestazioni, sono progettati invece per data science, deep learning, data analytics, ambienti VDI (Virtual Desktop Infrastructure) e workload che necessitano di un ricorso intensivo a capacità grafiche, grazie alla possibilità di installare fino a otto GPU Nvidia.

I modelli CX, infine, sono sistemi multinodo ad alta densità per HPC progettati per carichi di lavoro tipici di attività come servizi Web e trading desk finanziari.

Manuela Chinzi, Sales Director di Finix Technology Solutions, che commercializza in Italia l’offerta Fujitsu, ha spiegato: «I nuovi server Primergy M6 offrono tutti i vantaggi dei processori scalabili INTEL XEON di terza generazione, ottimizzati per molte tipologie di carichi di lavoro e livelli di prestazioni».

«Grazie all’ampia offerta di modelli e alle nostre capacità di disegnare la soluzione più adatta, possiamo creare valore Data-Driven per clienti e partner».

I server Primergy RX2540 M6 e Primergy RX2530 M6 potranno essere ordinati dal mese di giugno, i server Primergy GX2570 M6 e Primergy CX400 M6 e i dual node Primergy CX2550 M6 e Primergy CX2560 M6 potranno essere ordinati dal prossimo agosto.

La nuova famiglia Primergy M6 raggiunge prestazioni grazie ai processori Intel Xeon Scalable di terza generazione (fino a 40 core per CPU, TDP da 105W a 270W, 3 link UPI da 11,2 GT/s, 64 lane di I/O per socket, funzionalità integrate di AI e sicurezza) e memoria DIMM ad alta velocità da 3200MT/s.

I sistemi vantano una più alta capacità di memoria, con un massimo di 8 canali (supporto DIMM DDR4 fino a 256GB) e memoria persistente Intel Optane 200 Series (fino a 512GB di PMem). Questo rende possibile gestire workload complessi con 32 moduli DIMM (fino a 12 TB in combinazione con PMem, a seconda del server).

La nuova generazione M6 raggiunge valori di I/O più veloci grazie a PCI Express 4.0 (PCIe 4.0 raddoppia le prestazioni di I/O rispetto a PCIe 3.0 con un massimo di 128 lane).

I sistemi della famiglia M6 comprendono design realizzati con il nuovo Enterprise and Datacenter SSD Form Factor (EDSFF) che migliorano la gestione termica, l’alimentazione e la scalabilità.

La funzione Platform Firmware Resilience protegge infine il firmware, ne rileva eventuali corruzioni e permette di ripristinare i backup a uno stato funzionante conosciuto.