IT Pro

Fujitsu serie SP: gli scanner per chi non ha ancora iniziato a digitalizzare l’ufficio

A chi lavora nel settore della tecnologia sembra un po' anacronistico avere ancora a che fare con la carta, ma ci sono ambienti in cui la fa ancora da padrone. Basti pensare alle assicurazioni, le banche e anche ai piccoli uffici di professionisti come avvocati, medici, geometri e così via.

Le grandi aziende, ormai, hanno capito quanto è importante passare al digitale e tramite grandi scanner, integrati nei loro processi, digitalizzano tutto. I piccoli, invece, fanno ancora fatica a capire quanto lavoro risparmierebbero.

SP1120 left close
La serie SP è molto compatta e pensata per stare sulla scrivania.

Le leggi emanate di recente, però, costringeranno tutti a diventare più "digitali" e quindi si pone un grosso problema per quelle piccole realtà che non hanno mai affrontato il tema.

Ecco quindi che Fujitsu ha realizzato uno scanner pensato proprio per loro, dopo aver notato che la richiesta di scanner di piccolo taglio (e velocità) stava tornando a crescere in maniera significativa.

La serie SP è composta da tre versioni: SP1120, SP1125 e SP1130 (già disponibili al prezzo, rispettivo, di 379, 429 e 549 euro) identiche in tutto tranne che nella velocità di digitalizzazione espressa in pagine al minuto dalle ultime due cifre del modello.

Essendo scanner dedicati e non prodotti multifunzione hanno delle peculiarità che li rendono molto utili in ufficio, sia hardware che software.

Innanzitutto, hanno una grande flessibilità nei formati che possono digitalizzare: documenti di vario formato, tessere e addirittura cartoncini spessi possono essere sovrapposti nel vano di alimentazione e verranno elaborati senza problemi uno dopo l'altro.

Una volta digitalizzati, entra in gioco la dotazione di software che è compresa nel prezzo di vendita. Il driver principale si occupa di gestire i problemi che sorgono dai vari tipi di carta: opaca, lucida o addirittura ricoperta di plastica (come nelle scansioni di documenti nelle custodie) non fa molta differenza perché riflessi e contrasti vengono gestiti automaticamente.

Poi il programma Presto! PageManager permette di archiviare, accorpare e catalogare le scansioni, organizzando i nostri documenti. Abby Fine Reader, infine, riconosce il testo nei documenti e li può trasferire in una miriade di formati, da Word ad Excel passando per quelli meno "classici" come le note di Evernote.

In definitiva, la serie SP di Fujitsu non sostituisce gli scanner per grandi aziende, ma rappresentano un buon modo per iniziare a gestire il tema della digitalizzazione dei documenti in ufficio, permettendo di creare un archivio facilmente ricercabile e permettendo a molti professionisti di risparmiare tempo e denaro anche senza doverne investire nella fase preparatoria.

In pochi minuti, si è già pronti a digitalizzare e archiviare; le altre funzioni le si potrà implementare con il tempo, man mano che si prenderà dimestichezza con questa importante funzione.