Manager

I Phone 6 Plus e Video pesano sul traffico mobile aziendale

Citrix ha pubblicato il suo studio Citrix Mobile Analytics Report, prima edizione del 2015. Il Mobile Analytics Report analizza  i trend della mobilità a livello business, attingendo a un campione di dati proveniente da aziende clienti e operatori di rete mobile a livello globale. Il report presenta alcuni interessanti aspetti da considerare che interessano utenti, aziende e operatori mobili. Vediamone alcuni particolarmente.

L’iPhone 6 Plus genera una quantità di dati doppia rispetto all’iPhone 6

I possessori di iPhone 6 Plus utilizzano una quantità doppia di dati rispetto agli utenti di iPhone 6. La differenza, ritiene Citrix, può essere attribuita a una maggior fruizione di video sullo schermo più grande.  Ne deriva che sia gli utenti che i dipartimenti IT delle aziende devono analizzare in che modo i dispositivi di tipo "phablet" potranno avere ripercussioni su piani tariffari e budget aziendali.

Citrix ha pubblicato lo studio Citrix Mobile Analytics Report, il primo del 2015

Il video al centro dell’esperienza mobile

Man mano che il traffico di dati cresce, l’esperienza mobile diventa sempre di più un’esperienza video. Con la crescente diffusione dei video su mobile, la capacità di ottimizzazione di questo tipo di contenuti sarà sempre più importante per garantire una buona esperienza a utenti e aziende.

Il numero dei dispositivi da gestire è raddoppiato

Il numero dei dispositivi gestiti è aumentato del 72% anno su anno e stanno emergendo tendenze verticali molto chiare e geograficamente ben definite. iOS resta la piattaforma più utilizzata dalle aziende, con una fetta di mercato del 64% a livello mondiale.

Un’analisi più approfondita mostra che la distribuzione dei dispositivi cambia anche a seconda dei settori di mercato, con il 71% dei dispositivi aziendali nel settore finance che utilizzano iOS e una penetrazione del 39% dei dispositivi basati su Android nel settore healthcare.

Inoltre, si evidenziano nel report le app di produttività e collaborazione inserite in whitelist e blacklist  belle grandi aziende, un segno di come le aziende siano sempre più attente alla gestione della mobilità per i propri dipendenti.