Eventi

Le novità di Amazon Business Exchange 2021

Più di 1.500 leader dell’approvvigionamento da imprese, settore pubblico e piccole e medie imprese in tutta Europa hanno partecipato al terzo appuntamento annuale di Amazon Business Exchange (ABX).

Oltre a discutere di risparmi di costi e tempo, hanno scoperto come l’impatto strategico degli acquisti per le grandi imprese e la trasformazione digitale possono guidare verso processi più sostenibili..

Amazon Business Exchange è la conferenza che il colosso americano dedica ai leader aziendali europei che lavorano in particolari sui settori del procurement, finanza e supply chain. Quella del 2021 è stata la terza edizione, live il 5 ottobre, sempre gratuita e aperta ai vari player del continente.

La kermesse 2021 si è concentrata su cinque punti: i processi di trasformazione digitale, un’attenzione sempre crescente nei processi di acquisto di CSR; il supporto alle politiche di lavoro flessibili, con un cambio di mindset rispetto a quanto emerso nel mezzo del Covid. Il quarto punto è il focus alle aziende locali, alle PMI vicine alle comunità e, infine, l’aumento della resilienza della catena del procurement.

Amazon Business è attualmente presente in nove paesi a livello globale, Italia compresa. Vuol dire quindi nove marketplace in lingua a cui il cliente può collegarsi. Come servizio, il gruppo opera in un totale di 60 paesi. In Italia la nascita è datata 2018, con l’obiettivo di servire clienti di qualsiasi settore e dimensione.

Lo scenario enterprise è sicuramente il principale per il gruppo: Amazon Business raggiunge oltre il 50% delle imprese del FTSE MIB mentre, entro il 2022, oltre il 75% del transato sui suoi servizi avverrà attraverso piattaforme B2B online.

A livello globale, il gruppo ha raggiunto un fatturato di 25 miliardi di dollari sui 12 mesi, di cui più della metà deriva da venditori terzi. Nel 2020, Amazon ha permesso a migliaia di PMI italiane di sfruttare il contatto con i clienti finali, andando oltre i limiti imposti dalla pandemia.

Come ci ha detto Gerardo Di Filippo, Country Manager di Amazon Business Italia: «Da quando abbiamo lanciato Amazon Business, le vendite delle PMI sono cresciute con una media del +50% anno su anno».

Amazon Business Exchange

Quale futuro per i clienti

Di recente, Amazon ha lanciato Business Prima per l’Italia, l’equivalente del famoso Prime per il consumer. La differenza è nel poter avere spedizioni veloci e gratuite, così come una serie di funzioni per monitorare il proprio account e creare cataloghi personalizzati.

«Questo è molto apprezzato perché, a seconda dei tempi, si può decidere di puntare o escludere singoli prodotti o categorie di prodotto, per vari motivi. Magari non vanno per la maggiore e si preferisce spingere su altro».

L’app mobile di Amazon Business è la ciliegina sulla torta della ‘trasformazione’ che la stessa divisione ha messo in atto, con la convinzione che migliaia di lavoratori sono oramai attivi senza un accesso fisico tradizionale. «Ad esempio nel mondo della ristorazione, l’app mobile può aggiungere flessibilità alle operazioni quotidiane» continua Di Filippo..

In Italia, Amazon Business ha una peculiarità rispetto al resto d’Europa? «Si, e riguarda la fatturazione elettronica. Essendo integrati con il sistema di interscambio, siamo già ben integrati nel panorama del digitale ma, grazie ad un tool specifico, permettiamo di capire quali rivenditori inviano la fattura in automatico, così da velocizzare le transazioni per chi necessita di un documento che sia compliant e condiviso in automatico».

Amazon Business sta inoltre lavorando sulla volontà di servire meglio soggetti governativi, come le università, che già sfruttano la piattaforma e su cui il colosso vuole aumentare gli automatismi, anche per ragioni di versatilità.

ABX ha ancora una volta acceso un riflettore sui team di approvvigionamento più agili e sulle migliori pratiche da adottare. Per noi è stato entusiasmante vedere come i leader aziendali hanno portato tale trasformazione in così tante aree, dal risparmio di tempo, alla riduzione dei costi aziendali, allo sviluppo e al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità”.

In Amazon Business, siamo impegnati a sostenere i nostri clienti anche dal punto di vista delle pratiche di CSR e a dare alle organizzazioni la possibilità di costruire una catena di approvvigionamento più attenta all’ambiente”.