Business

Le novità di IBM alla Think Conference 2021

IBM ha annunciato i progressi del gruppo nel campo dell’intelligenza artificiale  nel cloud ibrido e nell’elaborazione quantistica, alla conferenza Think. Le innovazioni evidenziano il ruolo di IBM nell’aiutare i suoi clienti e partner ad accelerare le trasformazioni digitali, tornare a lavorare in modo più intelligente e costruire ecosistemi strategici che possono portare a migliori risultati di business.

Un nuovo studio IBM sull’adozione dell’AI per le aziende rivela che l’imperativo di incorporare l’AI nei processi aziendali è diventato più urgente durante la pandemia. Dei professionisti IT intervistati, il 43% ha affermato che le proprie aziende hanno accelerato l’implementazione dell’AI. E quasi la metà dei professionisti IT globali intervistati ha affermato di valutare i fornitori di AI in gran parte sulla loro capacità di automatizzare i processi.

Una novità è quella che permette di  aiutare ad automatizzare il modo in cui i clienti accedono, unificano e gestiscono i dati ovunque con Cloud Pak for Data: una capacità in Cloud Pak for Data che utilizza l’intelligenza artificiale per aiutare i clienti a ottenere risposte alle query distribuite fino a 8 volte più velocemente rispetto al passato e quasi la metà il costo di altri data warehouse confrontati.

AutoSQL (Structured Query Language) automatizza il modo in cui i clienti accedono, integrano e gestiscono i dati senza mai doverli spostare, indipendentemente da dove risiedono i dati o da come sono archiviati. AutoSQL risolve uno dei punti dolenti più critici che i clienti devono affrontare mentre cercano di ridurre la complessità della cura dei dati per l’IA ed eliminare gli alti costi di spostamento dei dati, scoprendo allo stesso tempo informazioni nascoste per fare previsioni più accurate basate sull’intelligenza artificiale.

IBM Studios Milano

Con il lancio di AutoSQL, IBM Cloud Pak for Data include ora il data warehouse cloud con le prestazioni più elevate sul mercato (basato sul nostro studio di benchmarking) che può funzionare senza problemi in qualsiasi ambiente multi-cloud ibrido, inclusi cloud privati, on-premise e qualsiasi cloud pubblico. AutoSQL sarà una delle numerose nuove tecnologie intessute in un nuovo tessuto di dati nel Cloud Pak for Data.

Watson Orchestrate aiuta i professionisti ad automatizzare il lavoro per aumentare la produttività: Watson Orchestrate è una nuova funzionalità di intelligenza artificiale interattiva progettata per aumentare la produttività personale dei professionisti aziendali nelle vendite, nelle risorse umane, nelle operazioni e altro ancora. Non richiedendo competenze IT, Watson Orchestrate consente ai professionisti di iniziare il lavoro in modo autonomo, utilizzando strumenti di collaborazione come Slack ed e-mail in linguaggio naturale.

Watson Orchestrate utilizza un potente motore di intelligenza artificiale che seleziona e sequenzia automaticamente le competenze preconfigurate necessarie per eseguire un’attività e si connette con applicazioni, strumenti, dati e cronologia al volo.

Ciò può aiutare i lavoratori a eseguire più rapidamente attività di routine, come la pianificazione di riunioni o l’acquisizione di approvazioni, o attività più critiche, come la preparazione di proposte o piani aziendali. Watson Orchestrate è l’ultima funzionalità di automazione basata sull’intelligenza artificiale di IBM progettata per aiutare le persone a recuperare una notevole quantità di tempo per concentrarsi su attività più strategiche.

IBM ha lanciato Maximo Mobile, una piattaforma facile da implementare con al centro la soluzione di gestione delle risorse Maximo. Maximo Mobile è progettato per trasformare il lavoro dei tecnici sul campo che effettuano la manutenzione di asset fisici come strade, ponti, linee di produzione, centrali elettriche, raffinerie e altro ancora.

Una nuova interfaccia intuitiva fornisce ai tecnici i dati operativi degli asset giusti al momento giusto. Anche nelle località più remote, gli utenti possono accedere a Watson AI e a una conoscenza organizzativa approfondita per risolvere problemi complessi.

Questa potente combinazione di AI, flussi di lavoro intelligenti, assistenza umana remota e accesso ai digital twin mette decenni di esperienza nel settore direttamente nelle mani dei tecnici per operazioni più sicure ed efficienti.

Il set di dati Project CodeNet migliora la comprensione e la traduzione del codice da parte di AI: IBM Research sta rilasciando Project CodeNet, un set di dati open source su larga scala composto da 14 milioni di campioni di codice, 500 milioni di righe di codice e 55 linguaggi di programmazione, per consentire la comprensione e la traduzione di AI di codice.

IBM Security

Project CodeNet è attualmente il set di dati più ampio e differenziato nella sua classe e affronta tre casi d’uso principali nella codifica odierna: ricerca del codice (traducendo automaticamente un codice in un altro, compresi i linguaggi legacy come COBOL); similarità di codice (identificazione di sovrapposizioni e somiglianze tra codici diversi); e vincoli di codice (personalizzazione dei vincoli in base alle esigenze e ai parametri specifici di uno sviluppatore).

IBM ritiene che Project CodeNet fungerà da prezioso set di dati di riferimento per la traduzione da fonte a fonte e la transizione di basi di codice legacy in linguaggi di codice moderni, aiutando le aziende ad accelerare la loro applicazione dell’IA.

Mono2Micro aiuta a eliminare il dolore dalla migrazione al cloud: IBM ha aggiunto una nuova funzionalità a WebSphere Hybrid Edition che consente alle aziende di ottimizzare e modernizzare le proprie applicazioni per il cloud ibrido. IBM Mono2Micro utilizza l’AI sviluppata da IBM Research per analizzare le applicazioni aziendali di grandi dimensioni e fornire consigli su come adattarle al meglio per il passaggio al cloud.

Può semplificare e accelerare un processo soggetto a errori, che può ridurre i costi e massimizzare il ROI. IBM Mono2Micro è una delle suite IBM di prodotti e servizi basati sull’intelligenza artificiale che possono velocizzare la migrazione al cloud.

IBM Chip 2nm

Come parte di un investimento di 1 miliardo di dollari a sostegno del proprio ecosistema di partner, IBM ha svelato nuove competenze, formazione e vantaggi per garantire ai suoi partner il successo in un mercato sempre più competitivo. Ad esempio, IBM ha creato un nuovo framework di competenze per consentire ai partner di dimostrare skill, convalida tecnica e successo nelle vendite in aree specializzate come infrastruttura cloud ibrida, automazione e sicurezza.

Gli annunci fatti durante l’evento Think di oggi arrivano pochi giorni dopo che IBM ha presentato il primo chip al mondo a due nanometri che consentirà un calcolo più veloce ed efficiente dal data center all’edge; Cloud Code Engine, una piattaforma front-end che può aiutare gli sviluppatori a distribuire rapidamente applicazioni cloud native senza dover acquisire nuove competenze o configurare codice complesso.