Software & Hardware

Le soluzioni Zucchetti e Bitdefender per il Covid-19

Già avviato presso gli ospedali di Lodi e Rimini, un progetto di Zucchetti permette di veicolare una forma di assistenza sanitaria a distanza per i pazienti domiciliari che non sono più nella fase acuta della malattia da Coronavirus.

Implementato attraverso un software specifico, si tratta di un modo per gestire, anche al di fuori della struttura ospedaliera, i parametri necessari a valutare lo stato di salute del paziente in via di guarigione da Covid-19: temperatura corporea, saturazione e battito cardiaco.

Questo consente di prendere in carico la persona non grave, monitorarla, ed evitare che il peggioramento delle sue condizioni di salute ricada in una patologia seria, senza possibilità di intercettarla per tempo.

I dati vengono raccolti in automatico grazie un’integrazione basata su tecnologia IoT che è stata realizzata con la piattaforma Zucchetti: in questo modo è possibile seguire a distanza i pazienti e persino fare analisi predittive sull’andamento dello stato di salute.

Questo progetto risponde alle numerose richieste sollevate dalle strutture ospedaliere interessate dai casi di Coronavirus, come più volte dichiarato dal Professor Massimo Galli, responsabile del reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano.

medicina remoto

In maniera simile, Bitdefender ha annunciato di voler offrire, gratuitamente, le proprie soluzioni di sicurezza a tutte le strutture sanitarie del mondo, per contribuire alle attività di supporto che si stanno compiendo a livello mondiale in questo periodo di pandemia causato dal Covid-19.

Le organizzazioni sanitarie di tutte le dimensioni, dai piccoli studi dentistici e oftalmici ai grandi ospedali, possono visitare il sito www.bitdefender.com/freehealthcaresecurity per richiedere l’accesso ai prodotti senza dover sborsare nessun costo d’acquisto.

Non a caso, le analisi telemetriche di Bitdefender nel corso del mese di marzo mostrano che il numero di segnalazioni di malware legati a Covid-19 sia aumentato finora di oltre il 475%. Entro la fine del mese, si prevede che gli attacchi aumenteranno di oltre cinque volte il totale rispetto a quelli di febbraio.

Il maggior numero di segnalazioni di malware è stato registrato nei paesi con un elevato numero di casi positivi di coronavirus come Italia, Francia, Germania, Spagna, Stati Uniti, ma anche in altri Paesi tra cui Turchia, Regno Unito, Canada, Romania e Thailandia.

Inizialmente l’accesso alle soluzioni di sicurezza dedicati alle aziende di Bitdefender viene offerto fino alla fine di giugno, con l’opportunità però di valutare le esigenze delle singole strutture e di estendere l’accesso fino a un totale di 12 mesi.