Tom's Hardware Italia
Eventi

Microsoft premia i partner più “Ispirati”

Si è conclusa solo da qualche giorno la convention “Ispire”, dedicata ai partner di Microsoft. Svoltasi a Las Vegas, la kermesse ha coinvolto migliaia di partner da tutto il mondo, tra cui oltre 168 italiani. Con loro, il gigante ha approfondito la strategia e celebrato alcuni traguardi. Uno di questi ha toccato proprio il nostro […]

Si è conclusa solo da qualche giorno la convention “Ispire”, dedicata ai partner di Microsoft. Svoltasi a Las Vegas, la kermesse ha coinvolto migliaia di partner da tutto il mondo, tra cui oltre 168 italiani. Con loro, il gigante ha approfondito la strategia e celebrato alcuni traguardi.

Uno di questi ha toccato proprio il nostro paese, visto che Microsoft Italia è stata premiata come miglior country worldwide, anche grazie agli investimenti fatti per il canale italiano e alla collaborazione con l’ecosistema partner nazionali.

Tra tutti, è stato premiato Var Group, in qualità di “Microsoft Country Partner Of The Year per l’Italia”. Una soddisfazione che riecheggia anche nelle parole di Fabio Santini, Direttore Divisione One Commercial Partner & SMB di Microsoft Italia.

“Var Group rappresenta un esempio emblematico della collaborazione di successo tra Microsoft e il proprio ecosistema di Partner. Si tratta di un caso virtuoso di azienda italiana in crescita, dove la partnership ha significato una leva di sviluppo e uno stimolo alla competitività negli anni”.

Francesca Moriani, Amministratore Delegato di Var Group

Con un fatturato di 343 milioni di Euro (al 30 aprile 2019) e in crescita del 18,5% rispetto allo scorso anno, con 10.000 clienti e oltre 1900 collaboratori distribuiti in 23 sedi in Italia e 5 all’estero (Spagna, Germania e Cina), Var Group è uno dei principali soggetti dell’innovazione lungo lo stivale.

L’evoluzione si evince da quanto affermato da Francesca Moriani, AD di Var Group: «Siamo passati dall’essere un distributore di licenze a vero e proprio system integrator in grado di sviluppare insieme a Microsoft progetti di trasformazione digitale nelle aree strategiche Modern Workplace, Business Applications, Data & AI, Azure & Infrastructure».

In tale ottica, sono molti gli esempi di aziende italiane che Var Group ha accompagnato nell’adozione di nuove tecnologie. Come Frescobaldi, che rappresenta da oltre 700 anni la tradizione toscana nella produzione di vini.

Var Group ha collaborato Microsoft per sviluppare un portale basato sulla piattaforma cloud SharePoint, in modo da offrire agli agenti un unico punto di accesso a tutto il mondo Frescobaldi e avere visibilità costante non solo su promozioni e prodotti, ma anche sui clienti e contratti in essere.

Ma l’impegno di Var Group va oltre: la società ha dato vita a un laboratorio R&D Artificial Intelligence e ha in programma il lancio di Academy e altre iniziative di formazione, per contribuire alla diffusione di competenze utili a cavalcare le potenzialità dell’IA nel mondo del business, soprattutto italiano.

Tornando a Las Vegas, Inspire è stata l’occasione per annunciare nuovi investimenti volti a creare maggiori opportunità per i partner e supportarli nel proprio percorso di crescita nell’era del cloud.

Pensiamo a Teams, che conta già 13 milioni di utenti attivi su base giornaliera e 19 milioni ogni settimana, per il quale Microsoft ha annunciato nuove funzionalità dedicate a diversi settori. Ma anche Dynamics 365 Nonprofit Accelerator, Azure Lighthouse, Azure Migration Program e AI Accelerate Program, rivolti, rispettivamente, alle ONG, alla scalabilità di Azure, ai tool di migrazione e allo sviluppo di progetti IA.

Microsoft ha inoltre annunciato nuovi investimenti volti a potenziare le opportunità offerte dal proprio programma di co-selling. Si parte con General availability della competenza Microsoft Security: che permette ai partner di capitalizzare sul proprio know-how e dà accesso a una serie di vantaggi pensati per la crescita e del business.

Poi cinque specializzazioni avanzate, che includono la migrazione di Windows Server e SQL Server su Microsoft Azure, la migrazione di database Linux e open source su Microsoft Azure, la migrazione di data warehouse su Microsoft Azure, la modernizzazione di applicazioni web in Microsoft Azure, e Kubernetes su Microsoft Azure.

Infine, novità sul marketplace, dove verranno introdotti nuovi modelli di pricing, un programma fedeltà e una nuova strategia di inserimento sul mercato. Tra questi, la possibilità di fatturazione SaaS mensile e annuale, opzioni di fatturazione flessibili e su misura, contratti standard e versioni SaaS in prova gratuite, da convertire in contratti a pagamento.