Tom's Hardware Italia
Scenario

Quell’amore per il cloud delle startup

Danilo Poccia, Principal Evangelist, Serverless in Amazon Web Services, spiega perché le startup scelgono sempre più di adottare il cloud

Se il cloud ha rivoluzionato il modo in cui le aziende operano, in tanti loro ambiti e processi produttivi, ci sono dei soggetti che, nativamente lo abbracciano per la loro stessa natura.

Si tratta delle startup. Molte scelgono di adottare una infrastruttura in cloud fin dal principio: realtà come Monzo Bank, AirBnB e Lyft sono state in grado di crescere e innovare velocemente, sostenute senza intoppi dalle proprie infrastrutture cloud, sicure, agili e flessibili.

Per questo, le startup si approcciano al cloud e, soprattutto alla sicurezza, con un punto di vista diverso rispetto alle organizzazioni più grandi e consolidate che stanno ancora facendo fatica a sposare nuove competenze.

Lo sa bene Danilo Poccia, Principal Evangelist, Serverless in Amazon Web Services, che ha dato la sua particolare visione di un panorama in fase di consolidamento.

«Quando si fonda un’azienda, è fondamentale avere un buon controllo dei costi, quindi gli investimenti che assicurano il più alto valore e ritorno sul ROI sono obbligatori e le startup vogliono pagare solo per i servizi che effettivamente usano».

Continuando con «Ciò non significa scarsa funzionalità. Al contrario, una startup che opera su un’infrastruttura cloud ha accesso agli stessi servizi e funzionalità dei maggiori clienti aziendali o governativi».

«Questo permette loro di competere allo stesso piano, innovando rapidamente e portando i prodotti sul mercato, con la consapevolezza di disporre di una sicurezza di prim’ordine per proteggersi dalle minacce più diffuse».

Insomma per Poccia, scegliere di costruire e scalare la propria attività sul cloud, per le startup è una scelta naturale. Invece di investire in data center, server e service level agreement, il cloud consente loro di reagire in modo più rapido e flessibile, di sperimentare, di innovare e servire meglio i propri clienti.

«Al momento, AWS è la piattaforma cloud più adottata al mondo, che offre globalmente oltre 165 servizi completi dai data center, con cui le startup possono diventare globali e supportare qualsiasi piano di espansione».

Come è chiaro, il cloud supporta il ritmo sempre più rapido dello sviluppo del prodotto e la necessità di portarlo velocemente sul mercato. Le startup si basano completamente su velocità e agilità e, secondo AWS, questo è esattamente ciò che il cloud offre.